UNIBAS | Giornata di studio su “Leonardo da Vinci, artista, scienziato, inventore”

Matera, venerdì 15 novembre 2019 – Campus universitario in via Lanera, ore 9.30 (aula C003)

Nell’ambito delle celebrazioni del quinto centenario della morte di Leonardo da Vinci, il 15 novembre, nel Campus universitario di Matera (aula C003, dalle ore 9.30) si svolgerà una giornata di studio dal titolo “Leonardo da Vinci, artista, scienziato, inventore” organizzata dall’Università degli Studi della Basilicata e dall’Accademia Pugliese delle Scienze. La Giornata di studio inizierà con i saluti della Prof.ssa Aurelia Sole, Rettrice dell’Ateneo Lucano, e del Prof. Eugenio Scandale, Presidente dell’Accademia Pugliese delle Scienze. Il nutrito programma scientifico sarà focalizzato sul contributo originale che Leonardo da Vinci ha dato alla Scienza, all’Arte, alle Lettere: dalle Scienze della Terra all’Idraulica, dalla Botanica alla Zoologia, dall’osservazione del Cielo alla dinamica del volo, dall’Arte all’invenzione di macchine fantastiche, dalla Musica all’ideazione di strumenti musicali. Le relazioni saranno tenute da valenti ricercatori e studiosi provenienti da alcune università italiane (Politecnico di Milano e di Bari, Università della Basilicata, Università di Bari, Università del Salento), da istituzioni scientifiche nazionali (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Conservatorio di Musica Niccolò Piccinni di Bari), e dall’azienda aerospaziale Sitael. “Questa giornata di studio – ha detto Francesco Sdao, Ordinario di Geologia Applicata nell’Unibas e componente del consiglio direttivo dell’Accademia Pugliese delle Scienze – è organizzata nell’ambito delle iniziative culturali previste dal protocollo di intesa accademico-scientifico stipulato qualche anno fa fra l’Ateneo lucano e l’Accademia Pugliese delle Scienze. L’incontro di studio non vuole essere semplicemente una celebrazione di Leonardo, non vuole concentrarsi solo sulla sua infinita Arte, ma vuole soprattutto evidenziare alcuni dei temi che hanno maggiormente attratto la sua proverbiale curiosità e il suo interesse scientifico: il Cielo, La Terra, L’Acqua, la Musica, Le Macchine”.

 

Qui il programma

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*