All’ ITSET “Manlio Capitolo” di Tursi: Incontri d’autore con l’autrice Carla Petrocelli

La copertina dell’opera

Per la serie Incontri d’autore (progetto inserito nel piano dell’offerta formativa), all’ITSET di Tursi  venerdì 15 novembre alle ore 11:00 Carla Petrocelli docente di Storia della rivoluzione digitale presso l’Università degli Studi di Bari presenta il suo ultimo lavoro Il computer è donna.

Prof. Leonardo Giordano

L’autrice introdotta dal  Dirigente Leonardo Giordano, illustrerà agli studenti delle classi terze, quarte e quinte dell’Istituto  l’apporto che la donna ha dato alla contemporanea rivoluzione digitale.

Studiosa del pensiero scientifico moderno, del rapporto tra l’uomo e la tecnologia con profonde implicazioni antropologiche, in questo volume ella racconta la storia dell’informatica al femminile; tradizionalmente questa è considerata appannaggio degli uomini, in effetti ad una analisi attenta si scopre quasi inaspettatamente che hanno concorso al suo sviluppo numerose figure femminili. Da Ada figlia di George Byron attraverso Grace Hopper sino a Hedy Lamarr,  la scrittrice ci propone un affascinante excursus nella storia della tecnologia informatica secondo una chiave di lettura non convenzionale.

Ancora nel XXI secolo si fa fatica ad accettare l’idea che la donna naturalmente madre e moglie possa trovare il suo completamento al di fuori delle mura domestiche. Se è vero il luogo comune che dietro ad un grande uomo vi sia una grande donna, nei secoli questa ha dato ampia prova di essere capace di autonomia e protagonismo culturale.

E’ sorprendente che siano le donne  a riconoscere meriti ad altre donne quando è ben raro che questo tributo  venga da parte di studiosi maschi. Secoli di storia non hanno risolto incomprensioni ed attriti tra i due sessi. Sia ben chiaro che non si tratta di dichiarare la superiorità dell’uno sull’altro ma di ritenere fondamentale per il progresso umano la collaborazione di entrambi: non la competizione ma la cooperazione sono i modelli etici da inculcare nelle nuove generazioni al di là di ogni femminismo o machismo che sia.

“Oggigiorno la figura femminile vive un profondo riscatto, sempre più numerose sono le donne conseguono risultati eccellenti nella letteratura, nell’arte, nelle scienze, che ricoprono ruoli di primo piano negli ambiti più disparati del sapere grazie alla perseveranza, alla dedizione con cui svolgono il proprio lavoro; -commenta il Dirigente Giordano- nel mondo della scuola sovente sono le studentesse a conseguire risultati più lusinghieri.”

Prof.ssa Anna Costanza

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*