PISTICCI: TRAGEDIA SFIORATA AUTO TRAVOLGE CINGHIALE CHE ATTRAVERSA LA PROVINCIALE PER TINCHI

PISTICCI. L’emergenza cinghiali anche nella nostra zona, provoca danni enormi, ma a volte potrebbe causare tragedie. Un episodio, quello registrato l’altra sera lungo il rettilineo di Tinchi, che deve far riflettere, attesa  la grande presenza di questi animali selvaggi che sbucano da tutte le parti e facilmente li troviamo improvvisamente davanti all’auto in piena corsa, con tutte le conseguenze che ne possono derivare. Proprio come è successo l’altra sera ad un professionista del posto, che vive a Marconia, il prof. Franco Plati, che è anche consigliere comunale, e che a bordo della sua Alfa Romeo 147, stava percorrendo il rettilineo che immette all’abitato di Tinchi. Quasi a metà percorso, si è trovato di fronte un grosso cinghiale che attraversava in modo trasversale la carreggiata. Una lunga frenata che comunque non gli evitava l’impatto violento con il grosso animale. Fortunatamente illeso, il conducente scendeva dall’auto per verificare   i danni prodotti al mezzo, ma anche cercando di capire cosa fosse accaduto all’animale. “Mi sono subito accorto che il cinghiale ferito, era ancora vivo – ci ha spiegato il prof. Plati – per cui sono subito rientrato in macchina temendo una sconsiderata reazione dello stesso. Per fortuna l’auto si è messa in moto e pian piano ho potuto raggiungere l’abitato a qualche centinaio di metri, chiamando il 113. Pronto l’arrivo sul posto, di una pattuglia del Commissariato di Polizia di Marconia, non trovando però l’animale che, nonostante fosse ferito, era riuscito ad allontanarsi nella campagna circostante, dove però più tardi veniva scorto ferito, riuscendo lo stesso a far perdere le sue tracce. Comunque- ha aggiunto Plati – una brutta esperienza che, grazie a Dio si è risolta nel migliore dei modi”. Un ennesimo episodio che, oltre al grande spavento e al notevole danno all’auto del professionista, poteva avere serie conseguenze sulla incolumità personale e che ancora una volta richiama l’attenzione per la escalation di danni, aggressioni, razzie e incidenti, che la incontrollata proliferazione di questi animali selvatici, anche nella nostra zona, provoca un po’ tutti i giorni. MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*