REGIONE BASILICATA | Riunita a Lagonegro la Giunta regionale

Per il presidente Bardi “è giusto che il governo regionale interagisca con i territori e faccia conoscere ai cittadini il cambiamento che stiamo portando avanti nella nostra regione”

“Lagonegro è una parte del territorio che sta particolarmente a cuore al governo regionale. Su sollecitazione del consigliere regionale Piro, oggi abbiamo riunito qui la Giunta.

Abbiamo discusso di provvedimenti importanti, è giusto che il governo regionale interagisca con i territori e faccia conoscere ai cittadini il cambiamento che stiamo portando avanti nella nostra regione. Il prossimo appuntamento della Giunta itinerante sarà e Melfi nel Vulture e poi nel Metapontino. Ogni zona è significativa per l’aspetto peculiare del territorio che rappresenta. Queste riunioni itineranti della Giunta non sono un atto formale ma hanno un carattere pienamente operativo, come dimostra la discussione avuta oggi sul Piano di bacino del trasporto pubblico regionale, che è nella fase conclusiva”.

Lo ha detto il governatore della Basilicata Vito Bardi, che ha presieduto questa mattina a Lagonegro una riunione della Giunta regionale.

Per il settore sanità, l’esecutivo ha deliberato i Piani triennali dei fabbisogni del personale delle aziende e degli enti del servizio sanitario regionale e l’individuazione del limite di spesa per il 2019, l’acquisto dei locali attualmente in dotazione dell’Asp. A favore delle persone con disabilità o con disturbi specifici dell’apprendimento (Dsa) è stato approvato l’Avviso pubblico per contribuire all’acquisto di ausili o strumenti tecnologicamente avanzati. 

Per quanto riguarda il comparto primario, le aziende di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli potranno beneficiare dell’incremento della dotazione finanziaria della sottomisura 4.2 del Psr. Sempre nell’ambito del Programma di sviluppo rurale è stato adottato il bando per il sostegno agli agriturismi e alle fattorie multifunzionali. Approvato, infine, il programma annuale diretto a promuovere e sostenere il patrimonio tartuficolo e il relativo avviso pubblico per individuare i soggetti beneficiari per iniziative promozionali.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*