Marco Tansini Where The Eagle Flies su Radio Laser dal 11 ottobre

Marco Tansini

Where The Eagle Flies

in radio dal 11 ottobre

Where the eagle flies è un brano che parla di grandi paesaggi e del mondo dei nativi americani,di sciamani e di fuochi sulle montagne,di pace e di guerra ,di vita selavaggia e di valori umani, portandoci a guardare in alto il solenne volo di un aquila.

Dopo aver pubblicato per la Enterprise8 nel 2018 l’album Country Moon ritorna nel 2019 sempre con la Enterprise 8 con il singolo Where The Eagle Files che anticipa l’album .

La storia musicale di Marco Tansini è iniziata all’età di 12 anni quando con una chitarra di un amico, i pochi accordi imparati sono serviti per scrivere le sue prime canzoni.
Bruciando le tappe a soli 14 anni ha firmato un contratto con la Ricordi (storica compagnia discografica italiana) dando il via alla sua lunga e fortunata carriera.
Nato nel nord Italia a Codogno vicino a Milano è compositore, produttore, arrangiatore e chitarrista I suoi inizi lo hanno visto entrare nelle storiche grandi sale di registrazione per realizzare I primi demo senza la tecnologia di oggi,con l’obbligo quindi di suonare il pianoforte, l’hammond, il basso, la batteria e di cantare. Per lui è stata comunque una grande scuola che in seguito gli sarebbe tornata molto utile.

Dopo 7 anni di collaborazioni con artisti già affermati che gli hanno permesso di imparare e di conoscere le regole e i punti deboli della discografia, forma una band di jazz-blues.
Con la Delta Blues Band a 21 anni registra “Street Time” uno dei primi dischi della Red Record, importante etichetta jazz italiana, in veste di chitarrista e di autore.
Sarà il primo di oltre 50 album e di più di 300 suoi brani pubblicati ad oggi in tutto il mondo.
Nel 1979 inizia la collaborazione con il produttore americano Freddie Petrus che lo vede realizzare numerosi progetti di musica nera in qualità di autore e di arrangiatore. Alcuni arrivati ai primi posti delle classifiche come Midnight Gang e BBQ Band. Gli anni ottanta lo vedono protagonista della scena musicale italiana ed europea inanellando una serie di album e di successi per molti artisti italiani e stranieri. Scrive e produce brani di Dance e di Pop che scalano le classifiche, prendendo parte a sette edizioni del Festival di San Remo.
Realizza album per Cbs, Emi,Warner, Bmg, Virgin, Ricordi, C.G.D, Sony, Capitol (l’elenco completo degli album e degli artisti sarebbe molto lungo).
Il suo lavoro si esprime attraverso vari generi musicali, dal jazz al rock, dalla new age al pop. Oltre all’impegno costante nella discografia scrive colonne sonore, pubblicità per multinazionali,brani per fiction e per programmi televisivi, compone musica lirico-moderna e musica per il teatro.
Nel 1984 fonda con altri due soci i Morning Studios che saranno fino alla fine degli anni ‘90 i più importanti studi di registrazione italiani.
Nel 1987 apre il suo studio personale, oggi Pacific Studio con la moglie Simona, affermata cantante ed autrice americana. Incidono per Ricordi International l’album del loro gruppo Shanatoa e fondano inoltre la Tanzan Music Pubblishing.
Negli anni novanta inizia lentamente a staccarsi dalla produzione di pop music. Scrive e completa “Ecomusic”, lavoro innovativo e ricercato. Un viaggio nella fusione tra jazz moderno e new age che verrà ristampato da varie compagnie discografiche per circa vent’anni.
Parallelamente alla costante attività di produttore riprende l’amore per la chitarra e per il blues.
Così nasce il suo primo lavoro strumentale come chitarrista “American Places” pubblicato nel 2001. Da qui ricomincia ad esibirsi dal vivo in numerosi concerti col nuovo gruppo “Blueville”.
Dal 2003 al 2008 prepara e confeziona nuovi progetti, tra i quali un disco di musica sperimentale con suoni della natura, house e rock, che vedrà la luce il prossimo anno e due cd di artisti italiani. Inoltre segue e collabora alla crescita di numerosi giovani artisti. Una attività questa che da sempre lo vede in prima linea,capitalizzando la sua esperienza di Talent Scout.
Nel 2010 e nel 2011 pubblicherà per il mercato internazionale sempre come produttore, autore e chitarrista l’album dei Blueville “Butterfly Blues”, quello di Mario Percudani “New Day”, quello dei “Woodstock Flowers” e “Dark Riders” per il cantautore californiano David Stockdale. Ed infine il suo secondo album solista “Blues Garage” interamente dedicato al blues moderno”.
Oltre al lavoro di studio costituisce una nuova band “Big Sur” con la quale inizia una serie di concerti suonando una musica di matrice west coast, un’ altra delle sue passioni musicali. Dice: “Frequentemente mi è stato chiesto da quale tra le mie molteplice attività nella musica mi sentissi più rappresentato e in quale mi identificassi maggiormente. Posso dire che produrre, scrivere canzoni e suonare la mia chitarra sono da sempre la mia casa, ma in definitiva credo che le due parole che meglio mi definiscono siano – Music Maker -”

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*