Senise (PZ): Nascondeva in campagna e a casa armi, droga e munizioni. Arrestato dai Carabinieri.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Senise hanno arrestato in flagranza di reato un 31enne del luogo, responsabile di detenzione di armi clandestine, possesso abusivo di armi e munizioni, coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

In particolare i militari, nel pomeriggio di lunedì scorso, durante l’esecuzione di mirati servizi finalizzati al contrasto di tali tipologie di reato, hanno effettuato una perquisizione presso la casa rurale dell’uomo, ubicata nel comune di Chiaromonte (PZ).

Nella circostanza gli stessi, su di un terreno demaniale a ridosso della proprietà, hanno rinvenuto e sequestrato 5 piante di cannabis, dell’altezza media di circa 1,5 m., coltivate dall’individuo.

Nell’approfondimento delle attività di ricerca, l’attenzione degli operanti si è poi concentrata presso la vicina abitazione ed i depositi agricoli ad essa annessi, al cui interno sono stati trovati e sequestrati 3 fucili da caccia, 2 dei quali privi di marca, con matricola abrasa, ed un terzo, seppur matricolato, la cui provenienza è in via di verifica, oltre a 254 cartucce, di vario calibro, a palla e pallettoni.

A seguire, la perquisizione è stata eseguita presso il domicilio del soggetto a Senise, in cui i Carabinieri hanno sequestrato ulteriori 210 grammi di marijuana.

All’esito di tutti gli accertamenti, i Carabinieri hanno tratto in arresto il giovane.

Si susseguono, pertanto, le numerose operazioni di servizio che oramai da giorni stanno caratterizzando l’attività di contrasto al fenomeno della droga condotta dai reparti territoriali del Comando Provinciale Carabinieri di Potenza. 

Nel volgere di pochi giorni, a Potenza, Spinoso, Ruvo del Monte, Venosa e Sant’Arcangelo (PZ) i Carabinieri hanno arrestato in flagranza di reato 7 persone, resesi responsabili di analoghi reati, sequestrando 100 grammi di hashish, 50 di marijuana e 22 piante di cannabis.

A ciò si aggiunga anche il significativo risultato conseguito a riguardo del sequestro delle armi e munizioni descritte, che sottolinea quanto importante sia l’azione svolta in chiave preventiva dall’Arma potentina nel delicato settore, al fine di assicurare il rispetto delle norme che regolano il possesso, la custodia e il porto delle armi da fuoco, ancor di più, in casi del genere, allorquando ci si imbatta in armamento clandestino e munizionamento illegalmente detenuto, situazioni che, ovviamente, richiedono un approfondimento investigativo dei Carabinieri per stabilirne l’origine e uso da parte di chi ne dispone.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*