TUTTO ESAURITO PER IL “RIGOLETTO” DELLA CAMERATA DELLE ARTI FORMULA DI SUCCESSO TRA LE GRANDI PRODUZIONI E I PRIVATI

Oltre 500 persone hanno seguito “Il Rigoletto” di Giuseppe Verdi realizzata da La Camerata delle Arti nella Corte dell’Hotel La Suite. “Un esordio di grande rilievo per un esperimento, quello di adibire uno spazio inconsueto alle iniziative culturali – spiega il direttore artistico Francesco Zingariello –  che si è rivelato vincente e ha confermato il forte legame con i privati intenzionati a impegnarsi in questo importante settore”.
Lo spettacolo affidato alla regia del maestro Enzo Dimatteo, ha segnato un altro degli importanti obiettivi dell’associazione musicale materana che ha dato spazio alle giovani professionalità nate nell’ambito del progetto di formazione “Opera Studio 2.0” che da anni impegna La Camerata delle Arti.
Il Rigoletto ha unito in questa occasione la tradizione dell’opera con la tecnologia e il progetto luci di Fabrizio Gobbi, senza però ridurne l’impatto artistico.
“La difficoltà di trovare un luogo adatto ad ospitare questa opera – ha spiegato il direttore artistico Francesco Zingariello – ci ha consentito di entrare in contatto con i proprietari de La Suite che hanno dimostrato non solo una straordinaria disponibilità, ma anche uno sguardo attento alla realtà culturale, sostenendola in tutti i suoi aspetti. Questo spettacolo conferma la linea che stiamo portando avanti che coniuga giovani professionalità, qualità dell’offerta e scelta dei luoghi nei quali ospitare le nostre produzioni e la risposta positiva del pubblico conferma che stiamo percorrendo la strada maestra ”.
In scena a Matera anche il Coro lirico di Lecce e l’Orchestra Tchaikovsky di Udmurtia.
Lo spettacolo verrà replicato il 5 settembre a Lecce all’Ex Convento dei Teatini. 

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*