Crisi, Fiore accoglie l’appello della Meloni: “Dichiarazione di guerra agli italiani. Il giorno del voto saremo in piazza a Montecitorio”

Crisi, Fiore accoglie l’appello della Meloni agli italiani:  “Dichiarazione di guerra agli italiani. Il giorno del voto saremo in piazza a Montecitorio”.

Cambia il volto politico del Paese: l’inciucio tra M5S e PD, oltre a profilarsi anche come coalizione alle regionali spacca di fatto il centrodestra filosovranista a favore di un centrodestra europeista.  E’ questo in sintesi il pensiero di Roberto Fiore.

Arbitro della partita nel centrodestra, secondo il leader di Forza Nuova, ancora una volta Silvio Berlusconi: “Questo nuovo governo stravolge gli assetti politici. Non solo il populismo, sconfitto , ma anche tutto il centrodestra, Lega in primis,  ne esce stravolto. Le parole di Berlusconi, uomo chiave e di raccordo con i poteri forti, del resto sono chiare: no al sovranismo, si all’Europa della Merkel”.

Fiore e il suo movimento, che da sempre nel suo dna ha la piazza, chiama i suoi alla battaglia: “Questo inciucio è una dichiarazione di guerra agli italiani. In molti in queste ore invitano gli Italiani alla mobilitazione nel giorno del voto al Parlamento. Forza Nuova sarà in piazza con tutti coloro che trovano inaccettabile questo colpo di mano del governo giallorosso e sarà in piazza a difendere l’integrità e le libertà degli italiani ”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*