PIETRAPERTOSA: “XVII Edizione SULLE TRACCE DEGLI ARABI”

Il 10 e 11 agosto 2019, Pietrapertosa , paese più alto della Basilicata  nonché uno dei Borghi più Belli d‘Italia tra le vette delle Dolomiti lucane, aprirà le porte del suo rione più antico: l‘Arabata, con la manifestazione “Sulle tracce degli Arabi” giunta alla sua diciassettesima edizione. L’evento è annoverato a pieno titolo tra le più importanti manifestazioni organizzate in loco, in particolare, è l’appuntamento estivo più atteso e rilevante organizzato dalla Pro Loco Pietrapertosana in sinergia con l’Amministrazione comunale,  le associazioni e gli operatori turistici locali. Pietrapertosa ricorda i suoi dominatori che giunti su quest’altura si difesero ed attaccarono. Il rione Arabata, cuore antico del borgo fa sentire il suo battito, si veste d’Oriente si riempie di suoni, musiche e colori, profumi, mercatini e harem offrendo al visitatore un’esperienza inebriante e coinvolgente da vivere a pieno seguendo luci e fragranze esotiche, assaporando pietanze e bevande arabe, respirando essenze, danzando ritmi travolgenti e assistendo stupefatti agli spettacoli di fachiri, mangiatori di fuoco. La passeggiata per il quartiere è ricca di emozioni e divertimento, dalla cultura, alle danze ammalianti delle odalische. Fondamentale il richiamo alla storia per capire il nesso tra il Borgo lucano e le popolazioni provenienti dal Medio Oriente. Nell’838, i Saraceni si stabilirono a Pietrapertosa e dal fortilizio situato a circa 1100 m. s.l.m, sulle vette maestose delle Dolomiti Lucane controllarono per un lungo periodo un vasto territorio. Col tempo le due culture si sovrappongono e interagiscono come testimoniano gli usi e i costumi nonché le testimonianze architettoniche che ancora oggi Pietrapertosa gelosamente custodisce. Tracce del loro vissuto su questa terra sono da ricercare anche nel dialetto e nella gastronomia. La proposta originale e suggestiva richiama tanti visitatori provenienti da ogni dove che ne hanno decretato il successo.

Sulle Tracce degli Arabi è dunque un modo unico e suggestivo per riscoprire un senso positivo di appartenenza e al tempo stesso far conoscere e valorizzare ogni angolo e vicolo del rione arroccato ai piedi del Castello Normanno-Svevo. 

Per chi volesse vivere da vicino questa esperienza e visitare il magico scenario delle Dolomiti Lucane con tutto quello che di altro  ha da offrire, può contattare il n. 3208337801, visitare il sito www.prolocopietrapertosa.it o ancora scrivere a prolocopietrapertosa@gmail.com 

 

Rossana Santoro

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*