Matera 2019, disponibile il quarto ebook della collana realizzata con Doppiozero

Dal 29 luglio è disponibile per il download il quarto ebook della collana “Schisi” a cura di Agostino Riitano, prodotta dalla Fondazione Matera Basilicata 2019 e dalla rivista culturale online Doppiozero con l’obiettivo di analizzare il rapporto fra e scienza, due elementi fortemente interconnessi all’interno del programma culturale di Matera Capitale Europea della Cultura 2019.

I cinque ebook della collana contengono saggi di cinque autori che rivolgono la loro attenzione agli aspetti interdisciplinari e si segnalano per la capacità di coniugare il rigore delle loro argomentazioni e una particolare cura alla leggibilità dei testi. La collana nasce dalla convinzione che sia possibile tracciare una rotta tra le scienze umane e le cosiddette scienze esatte, quel passaggio a Nord-Ovest che, come ci ricorda il filosofo ed epistemologo Michel Serres, cercavano gli esploratori un secolo e mezzo fa tra i diversi continenti in luoghi estremi.

Il quarto volume scaricabile è “La chiocciola e la spirale. Nove percorsi nella storia della scienza” di Claudio Bartocci ( link: https://www.doppiozero.com/libro/la-chiocciola-e-la-spirale ) che è anche curatore, insieme a Luigi Civalleri, del percorso espositivo  “Numeri nel tempo. Contare, misurare, calcolare” allestito presso il Museo archeologico di Metaponto nell’ambito della grande mostra di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 “La poetica dei numeri primi. Da Pitagora agli algoritmi”.

“ La «scienza» non è un moloch minaccioso – un enorme blocco monolitico di conoscenze, o addirittura, secondo alcuni detrattori radicali, di semplici credenze –, e neppure un luna park – le cui meravigliose curiosità ci fanno ritornare bambini. Come ha scritto la filosofa Susan Haack, la si può considerare, in prima approssimazione, come «una confederazione di diversi tipi di indagine (inquiry)», in continua metamorfosi, alla cui base stanno ipotesi, esperimenti quantificati e falsificabili e ragionamento (deduttivo, induttivo e abduttivo). Ma non è tutto qui. Il variegato insieme delle discipline scientifiche è integrato senza soluzione di continuità nel ben più vasto mosaico costituito dal complesso di tutte le attività culturali tipiche della specie Homo sapiens”. (Dall’introduzione del volume, link https://www.doppiozero.com/materiali/la-chiocciola-e-la-spirale )

Nella creazione del programma culturale di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, ampia attenzione è stata data alla relazione tra l’Arte e la Scienza con l’individuazione di un tema specifico. Il tema Futuro Remoto rappresenta una riflessione sul rapporto millenario con lo spazio e le stelle; un rapporto che, ripercorrendo anche i passi di Pitagora, uno dei residenti più illustri della Regione Basilicata, esplora l’antica bellezza universale della Scienza. Si mettono a confronto pratiche antichissime con modelli di vita fruibili, capaci di influenzare le idee di cultura e di sviluppo dei prossimi decenni provando a rispondere all’annosa domanda: C’è una schisi tra Arte e Scienza, una separazione e una distanza tra le due? Le dimensioni principali del fitto rapporto tra Arte e Scienza di cui ci occupiamo sono: l’Arte e la Scienza come prodotti dell’evoluzione biologica e culturale; l’Arte e la Scienza come fonte reciproca di ispirazione; l’Arte come canale significativo della comunicazione della Scienza.

Biografia dell’autore

Claudio Bartocci insegna Fisica matematica, Geometria e Storia della matematica all’Università di Genova. Tra i suoi libri più recenti: Una piramide di problemi. Storie di geometria da Gauss a Hilbert (2012) e Dimostrare l’impossibile. La scienza inventa il mondo (2014), usciti per Cortina; Numeri (con L. Civalleri, Codice, 2014); Zerologia. Sullo zero, il vuoto, il nulla (con P. Martin, A. Tagliapietra, Il Mulino, 2017).

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*