GINOSA: LETTERA APERTA DEL GRUPPO CONSILIARE DI MAGGIORANZA MOVIMENTO 5 STELLE ALLA CITTADINANZA

Lo scorso 5 luglio 2019 è pervenuta da parte del Presidente del Consiglio Antonietta Rizzi una diffida ad adottare la Delibera di Giunta Comunale per la proposta di assestamento generale di bilancio e salvaguardia degli equilibri per l’esercizio 2019, indirizzata a Sindaco, Assessori, Segretario Generale, Responsabili dei Servizi e per conoscenza al Prefetto di Taranto, Revisori dei Conti e Consiglieri Comunali.

Vogliamo tranquillizzare tutti, Presidente del Consiglio compreso, che in data 16 luglio 2019 è stata approvata la DGC in questione, relativa agli equilibri.

E’ emblematico il fatto che il Presidente abbia voluto affidare a una nota tali preoccupazioni, limitandosi esclusivamente a questo, vista l’assenza fisica dalla Casa Comunale per gli opportuni riscontri.

Non avendo, ad oggi, ancora convocato la Conferenza dei Capigruppo per l’individuazione della data del prossimo Consiglio Comunale, è chiaro che non sia a conoscenza di ciò.

Appare evidente quanto sia necessario ripristinare un clima di serenità e imparzialità all’interno del Consiglio Comunale, al fine di garantire il rispetto dei lavori dell’Amministrazione e delle rispettive scadenze.
Ma, soprattutto, il rispetto che si deve alla rappresentanza massima della volontà dei cittadini.
E’ questo l’obiettivo comune che la Maggioranza vuole raggiungere.

Gli ultimi consigli comunali hanno registrato uno svolgimento poco decoroso. Per tale motivo, il Gruppo Consiliare del M5S intende porgere le proprie scuse alla cittadinanza.

E’ verificabile come la conduzione del Consiglio assunta dal Presidente Antonietta Rizzi, manifestata nelle relazioni oggi con Sindaco, Assessori e Consiglieri di Maggioranza, e ieri con gli esponenti di Minoranza, destabilizzi il regolare espletamento dell’attività consiliare.

La presa di distanza da parte del gruppo di Maggioranza del MoVimento 5 Stelle, con l’autonomina a capogruppo del “Gruppo Consiliare Indipendente’’, ha portato a una cesura tra il ruolo di Presidente del Consiglio, super partes, e quello di consigliere di minoranza, che non può essere autogestito in maniera discrezionale.

Spesso, in Consiglio Comunale viene tirato in ballo il termine “coerenza’’. E’ bene precisare, in tal senso, che proprio per coerenza un portavoce del M5S, che intenda conclusa la propria esperienza al suo interno, dovrebbe rassegnare le dimissioni e non cambiare gruppo.

Esulando da simile condotta, sarebbe stato quantomeno opportuno rimettere al Consiglio la carica di presidente, scaturita dalla volontà del gruppo di Maggioranza, oggi rinnegato.

In questo contesto, vi è anche un’assoluta inerzia nella istituzione delle Commissioni consiliari, che semplificherebbero i lavori d’aula, senza considerare il mancato affiancamento istituzionale al Sindaco, Consiglieri e Assessori nell’attività amministrativa quotidiana.

Alla luce di ciò, il Gruppo Consiliare del Movimento 5 Stelle intende procedere nei prossimi giorni ad una serie di consultazioni con tutti i gruppi di minoranza, compreso quello indipendente, in maniera trasparente e condivisa, per vagliare ogni soluzione utile al ripristino del normale svolgimento dei lavori in Consiglio Comunale, finora più somigliante a un’aula di tribunale.

Gruppo Consiliare di Maggioranza del Movimento 5 Stelle

  

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*