Ginosa: Sopralluogo per i lavori per la “Community Library”

E’ stato effettuato ieri 15 luglio un sopralluogo presso la Biblioteca Civica di Ginosa per definire gli interventi da porre in essere per il progetto Community Library.

Esso prevede il restauro conservativo e la rifunzionalizzazione dell’ex convento di Santa Parasceve in corso Vittorio Emanuele II per la creazione della biblioteca comunale di comunità, aggiudicatario di un finanziamento pari a 1.839.000 euro.

Sul posto l’Assessore alla Rigenerazione Urbana Emiliana Bitetti, il funzionario della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Brindisi, Lecce e Taranto Carmelo Di Fonzo e il team di progettisti che si occuperà dei lavori.

Nel particolare, sono state approfondite le azioni di adeguamento ai pareri della Soprintendenza, con particolare attenzione alle indagini storiche e stratigrafiche finalizzate a preservare la struttura stessa.

Prevista al piano terra una zona espositiva, uno spazio dedicato alla consultazione di pannelli interattivi e di volumi storici, un’aula studio open space, spazio multifunzionale con sala studio all’aperto e videoproiezioni didattiche, info point, sala ludica, caffè letterario e portico di pertinenza.

Mentre, al primo piano vedranno luce una seconda area espositiva, reception, archivio, mediateca, biblioteca, sala conferenze, area espositiva volumi antichi in teche e aree multimediali e di gioco dedicate ai più piccoli.

<<L’idea di Museo Civico per come lo conosciamo oggi sarà letteralmente rivoluzionata – ha dichiarato l’Assessore Bitetti – esso diverrà un autentico contenitore culturale, nonchè struttura fulcro del nostro centro storico. Un posto in cui si potrà studiare, consultare testi antichi e di inestimabile valore storico, partecipare a convegni, ospitare mostre ufficiali, vivere la quotidianità anche semplicemente prendendo un caffè e molto altro ancora.

Fondamentale sarà la sinergia con l’info point che sarà ospitato all’interno per la gestione della struttura.

Riappropriarsi dei luoghi identitari della nostra città, valorizzarli e rifunzionalizzarli: questo l’obiettivo che l’Amministrazione vuole portare avanti>>.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*