Autonomia e unità regionale, Braia: programmare iniziative

“Il Consiglio faccia un programma di iniziative, a partire dalle scuole, per approfondire i temi dell’autonomia e dei valori dell’unità regionale, nazionale e della solidarietà”.

Lo dichiara il consigliere regionale di Avanti Basilicata, Luca Braia, a margine della visita materana del presidente del Consiglio regionale Cicala.

“I temi dell’autonomia e dell’unità della regione e della nazione – prosegue Braia – oltre che della solidarietà e sussidiarietà, sono da contrapporsi a quelli dello smembramento e della divisione dell’Italia, unitamente alla perdita del senso civico e del ruolo delle istituzioni. Ho chiesto al presidente Cicala di mettere a punto e avviare ufficialmente un programma di iniziative tra scuole, comunità e istituzioni, nel ruolo e nella funzione Consiglio regionale, per aprire uno spazio libero di confronto, dialogare con la società e, in particolare, con gli studenti e le studentesse di Basilicata, nel senso più ampio dei temi dell’unità”.

“Occorre, a mio giudizio – prosegue – programmare una serie di incontri di informazione e formazione, come Consiglio regionale, sulla istituzione regionale, il suo funzionamento, i suoi compiti. Anche al fine di disinnescare una riemergente contrapposizione territoriale, che i sentimenti individualisti crescenti, alimentati da atteggiamenti e linguaggi spesso inadeguati, nel tempo della globalizzazione, stanno sempre più inserendo nel codice e nel linguaggio della vita odierna dei cittadini e cittadine lucani. Con i colleghi consiglieri regionali materani Vincenzo Acito, Roberto Cifarelli e Piergiorgio Quarto abbiamo poi posto ancora una volta il tema al presidente Cicala, dell’importanza di ridare lustro alla sede di rappresentanza del Consiglio regionale a Matera.
Affinchè tutti, ed in particolare i rappresentanti del territorio, possano svolgere in sede adeguata le proprie attività istituzionali, in attesa di quella che chiediamo sia la sede definitiva dell’ex Genio civile, per la cui ristrutturazione, esistente il progetto definitivo, vanno reperiti i fondi ed avviata la gara di appalto”.

“Ho chiesto, pertanto, a margine dell’incontro con i dipendenti regionali e con la stampa, al presidente Cicala – conclude Braia – il rispristino immediato dei servizi utili a rendere dignitosa una soluzione per gli uffici della sede di Matera del Consiglio regionale, per ora allocati al terzo piano della Provincia, in condizioni di precarietà, senza condizionatori e riscaldamento. L’unità regionale e la percezione della presenza attiva e fattiva dei propri rappresentanti, in entrambe le Province, da parte dei cittadini, aiuterà sicuramente a svolgere un ruolo di connessione importantissimo dei valori di unità partecipazione, solidarietà e rispetto delle istituzioni, che sono la base di una società che vuole definirsi civile e democratica. Il nuovo statuto, approvato nella scorsa legislatura, ne è una solida testimonianza che sarà fondamentale attuare e difendere.”

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*