A Metaponto scienza e umanesimo si incontrano nel nome di Pitagora

Sono state Inaugurate le due mostre nel museo archeologico di Metaponto  Numeri nel tempo curata dai matematici Claudio Bartocci e Luigi Civalleri, e “Riempire il vuoto” è invece curata dall’ingegner Federico Giudiceandrea, il massimo collezionista italiano. La prima svela fin dal titolo il proprio approccio storico, e racconta lo sviluppo del concetto di numero dai tempi di Pitagora ad oggi la seconda mostra come si è evoluta l’arte del ricoprimento del piano mediante tasselli, composti come in un puzzle. L’allestimento è stato interamente ideato e curato da Open Design School, un progetto pilastro di Matera Capitale Europea della cultura 2019 ideato da Joseph Grima, gestito da Rita Orlando, project manager, sotto la supervisione di Rossella Tarantino, Manager Sviluppo e relazioni della Fondazione.

Nel corso della inaugurazione delle due mostre allestite dall’Open Design School al Museo archeologico di Metaponto, il direttore generale della Fondazione, Paolo Verri, ha  presentato il programma denominato “Una notte con Pitagora” che si svolgerà domani, sabato 22 giugno, a partire dalle ore 19 (Ingresso con passaporto per Matera 2019 e prenotazione).

Ai  nostri microfoni Piergiorgio Odifreddi prla della matematica e dell’importanza di Pitagora.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*