A Marconia inaugurata la Casa di Agata

Si è trasformata nella festa di una intera comunità l’inaugurazione della CASA DI AGATA, l’associazione di volontari contro il cancro nata a Marconia poco più di due anni fa.

“La casa di Agata – ha spiegato la presidente Mirna Mastronardi – è la realizzazione di un sogno. Dopo la piena operatività del nostro pulmino che accompagna i malati ad effettuare i trattamenti chemioterapici e dopo il lavoro intenso che in due anni ci ha portato a donare parrucche in cambio di semplici sorrisi e addirittura ad attivare un Fondo a cui i nuovi malati in difficoltà possano accedere, finalmente siamo riusciti a dotarci di una sede operativa che possa rappresentare un rifugio per i malati e per i loro familiari”.
Tantissime le autorità civili e religiose che hanno voluto condividere la gioia per lo straordinario traguardo raggiunto da Agata con la forza dell’amore e della determinazione: l’Arcivescovo della Diocesi di Matera – Irsina, S.E. Rev.ma Mons. Antonio Giuseppe Caiazzo, l’assessore alle politiche della persone della Regione Basilicata, Rocco Luigi Leone, la dirigente nazionale e regionale Confartigianato Rosa Gentile, i rappresentanti dei Comuni di Pisticci, assessori Pino Lettini e Salvatore De Angelis, il sindaco del Comune di Bernalda, Domenico Tataranno, la presidente del consiglio comunale di Tursi, Sara D’Alessandro. Nutrita la partecipazione dell’IRCCS CROB di Rionero in Vulture, presente con il Direttore Generale, Giovanni Bochicchio, il Direttore Sanitario, Antonio Colasurdo, il Direttore Scientifico, Alessandro Sgambato, e il Responsabile del Day Hospital Oncologico, Raffaele Ardito.

Nell’affollata manifestazione, nella quale il primo ringraziamento è stato rivolto ai volontari per la vicinanza riservata e amorevole che riservano agli ammalati, grande commozione ha suscitato la preghiera del donatore, letta da Pancrazio Toscano, Presidente della FIDAS Basilicata, associazione che dal primo momento ha scelto di sostenere e supportare le attività di Agata.

Dal canto suo, con emozione l’assessore Leone ha ricordato la figura di suo fratello, mancato a causa di un tumore.

Caloroso l’applauso della platea che ha accompagnato l’intervento dell’assessore alla sanità. Leone si è impegnato a rimanere dalla parte dei più deboli, accogliendo l’invito della presidente dell’associazione di rimanere fermo nella volontà di valutare le condizioni per il trasferimento dell’Hospice dell’ASM in un’area maggiormente popolosa quale il metapontino. “Questa – hanno dichiarato i rappresentanti di Agata, associazione di ammalati e familiari che oggi conta 400 iscritti e circa 50 volontari – è una battaglia di dignità che non può rispondere a logiche campanilistiche o elettoralistiche, ma che deve mettere al centro le necessità e la dignità del malato nel suo fine-vita”.

Al momento della benedizione e del taglio del nastro, grande è stata la commozione dei presenti nello scoprire la dedica della Casa alla compianta vicepresidente Lucia Viggiano, mancata nello scorso mese di novembre, ricordata come “grandissimo esempio di forza, amore e resilienza”.

La CASA DI AGATA è in via Sicilia 35 a Marconia. E’ possibile contattare l’associazione chiamando i numeri 0835/1855372 e 392/6176222, collegandosi al sito internet www.agatacontroilcancro.it o alla pagina facebook www.facebook.com/agatacontroilcancro

Di seguito la nostra intervista alla Presidente dell’Associazione, Mirna Mastronardi.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*