Al via la due giorni dedicata alla transumanza e alla mucca di razza podolica in Basilicata

 

Durerà per tutto il week end, fino al pomeriggio di domani, la quarta edizione di “Sirino in Transumanza”: l’iniziativa organizzata presso il comprensorio del lago Laudemio dall’associazione “Basilicata a way of living”, costituita dallo chef di origini lagonegresi e ambasciatore della cucina lucana nel mondo Luigi Diotaiuti. Una manifestazione dedicata alla valorizzazione della montagna e alla pratica ancestrale della transumanza delle greggi e delle mandrie, di vacca podolica nel nostro caso, che affonda le radici nella notte dei tempi e che è stata candidata a patrimonio mondiale dell’Unesco, ancora conservata e tramandata alle giovani generazioni alle nostre latitudini. La kermesse “Sirino in Transumanza”, ricchissima di eventi ludici e di approfondimento scientifico-didattico per grandi e piccoli, ha destato l’attenzione e riscosso l’apprezzamento e il sostegno delle istituzioni regionali e sta suscitando grande interesse mediatico, anche al di fuori dei confini della Basilicata. E anche quest’anno, come nella passata edizione, l’intera manifestazione nella giornata di domenica sarà seguita dalle telecamere della testata giornalistica regionale di rai 3 Basilicata, con collegamenti in diretta che andranno avanti sin dalle prime ore del mattino. Tantissimi sono gli ospiti attesi in montagna, a cominciare dal vescovo della diocesi di Tursi-Lagonegro, sua eccellenza monsignor Vincenzo Orofino, che stamattina (sabato, ndr) darà la sua benedizione ad animali e allevatori in apertura dei lavori e prima dei dibattiti previsti nel corso della giornata, cui si alterneranno, sia sabato 8 che domenica 9, gli altri appuntamenti in programma, previsti a ridosso degli spazi allestiti per gli stand degli espositori di prodotti agricoli e di artigianato locale. Al dibattito organizzato per la giornata di sabato prenderanno parte i neo-eletti consiglieri regionali Piergiorgio Quarto e Francesco Piro, insieme con il sindaco di San Severino Lucano e vicepresidente del Parco del Pollino, Franco Fiore, il vicepresidente del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, Cono D’Elia, il dirigente dell’Isis Ruggero di Lauria, Nicola Pongitore, i rappresentanti della Coldiretti Basilicata, dell’Ara (Associazione regionale allevatori) e del “presidio slow-food” lucano. Grande entusiasmo è stato espresso dagli organizzatori, mentre lo chef Diotaiuti ha voluto «ringraziare quanti, con il loro lavoro, rendono possibile la realizzazione di un evento divenuto ormai consuetudinario e di portata nazionale». “Sirino in Transumanza” si fregia del prestigioso logo della Fondazione “Matera-Basilicata, capitale europea della cultura 2019”. Ha il patrocinio di numerosi Comuni lucani e campani: tra questi, i municipi di Lagonegro, Matera, Tursi, Colobraro, Roccanova, Fardella, Castelsaraceno, San Severino Lucano, Latronico, Lauria, Maratea, Trecchina, Rivello, Nemoli, Torraca e Casaletto Spartano (SA).

Il programma dell’edizione 2019, gli scopi del progetto “Sirino in Transumanza” e tutte le informazioni utili per i visitatori sulle attività in programma sono disponibili nella cartella stampa in allegato, sul sito www.basilicatawayofliving.it e sui nostri account social:

www.basilicatawayofliving.it

https://twitter.com/Basilicata_way

https://www.instagram.com/basilicata_way_of_living/ https://www.facebook.com/BasilicataWayOfLiving/

Per qualsiasi richiesta o altra informazione è possibile contattare l’amministrazione inviando una mail a info@basilicatawayofliving.it oppure a ufficiostampa@basilicatawayofliving.it

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*