Imposta di soggiorno, amministrazione comunale e operatori a confronto

 

Si è svolta questa mattina nella sala consiliare della Provincia di Matera, l’incontro incontro tecnico-operativo per illustrare le novità normative legate all’applicazione dell’imposta di soggiorno. L’incontro, fortemente voluto dagli assessori al Bilancio, Eustachio Quintano, e al Turismo, Mariangela Liantonio, si è reso necessario per una verifica sull’utilizzazione del software del portale “Matera digitale”, messo a disposizione dall’Amministrazione adeguato alle modifiche normative e regolamentari, ed in grado di agevolare le strutture sia nella redazione delle dichiarazioni mensili ed annuali sia nell’esecuzione dei pagamenti. La riunione rientra nelle attività di informazione, avviate nel dicembre 2017, in seguito all’approvazione del Regolamento comunale sull’imposta di soggiorno che prevede, in capo ai gestori delle strutture ricettive, la qualifica di agenti contabili con l’obbligo della resa del conto giudiziale annuale.All’incontro hanno preso parte, oltre gli Assessori al Bilancio e al Turismo, il dirigente comunale del Settore Risorse Economiche e Finanziarie, Delia Tommaselli, e il funzionario responsabile dell’ufficio tributi, Michele De Bonis, gli avvocati Emanuele Carratta e Giovanna Andrulli della società Servizi Locali che hanno esposto le novità regolamentari e l’evoluzione giurisprudenziale della materia.Nell’introdurre i lavori, l’assessore Quintano ha sottolineato la necessità di avviare una riflessione “sulla crescita ingiustificata dei prezzi praticati nel periodo del lungo ponte pasquale. Matera è risultata essere la meta più gettonata dai turisti ma anche la più costosa, con una spesa giornaliera media di 170 euro contro i 110 registrati negli altri centri del campione considerato”.“Si è trattato – ha spiegato l’assessore Liantonio – di una giornata di formazione che dà la possibilità ai gestori delle strutture ricettive di avere chiarimenti utili sugli adempimenti e le procedure legati alla riscossione dell’imposta di soggiorno. Si tratta di una risorsa a disposizione della città per promuovere e migliorare i servizi turistici e quindi il sistema dell’accoglienza. Per questo motivo è indispensabile che ognuno faccia la propria parte nell’interesse generale e per avviare un circolo virtuoso che deve portare alla crescita del settore”.Affrontato anche il tema legato alle azioni di contrasto all’evasione dell’imposta. Nel corso dell’incontro, è stato evidenziato che sono tutt’ora in itinere le attività di verifica e controllo da parte del corpo di Polizia locale e della Guardia di Finanza. A seguito di una prima fase di controlli, l’ufficio ha dato corso all’attività di notifica degli avvisi di accertamento per l’omessa presentazione, da parte di diversi gestori, del conto giudiziale annuale.

a Servizio

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*