DIGA DEL RENDINA, ASSESSORE MERRA: STIAMO LAVORANDO DA TEMPO

Le indagini geotecniche e strutturali sulla diga del Rendina sono state oggetto di incontri e interlocuzioni che l’assessore alle infrastrutture della Regione Basilicata, Donatella Merra, sta tenedo dallo scorso 20 maggio con il commissario del Consorzio di Bonifica della Basilicata, Giuseppe Musacchio. “Con il commissario Musacchio – spiega l’assessore Merra – abbiamo già approfondito i primi importanti temi che afferiscono alla competenza del Consorzio.  In particolare abbiamo esaminato le questioni connesse alla messa in esercizio della diga del Rendina, alla realizzazione delle opere del “Distretto G” dello schema idrico Basento – Bradano per l’irrigazione di circa 13 mila ettari dell’Alto Bradano, al collegamento Diga del Lampeggiano – Montemilone. Si tratta – evidenzia Merra – di infrastrutture irrigue, funzionali allo sviluppo sostenibile per le imprese agricole della Basilicata che, se messe in esercizio, potrebbero garantire uno sviluppo dell’ortofrutta della zona. Riguardo ad una ipotesi di convenzione con l’Università di Perugia per le indagini geotecniche e strutturali sulla diga del Rendina – spiega l’assessore Merra – ho già chiesto a Musacchio di firmare soltanto dopo ulteriori approfondimenti sia per quanto riguarda lo schema di protocollo, sia per verificare se le stesse competenze tecniche siano presenti anche presso l’Università di Basilicata.  Per ogni questione – sottolinea Merra – ho chiesto a Musacchio report dettagliati al fine di pianificare un lavoro proficuo, finalizzato al raggiungimento degli obiettivi possibili in tempi rapidi. Su ogni questione – conclude Merra – sto lavorando alacremente e col profilo basso, nell’interesse dei lucani e soprattutto per comunicare presto i primi risultati del cambio di passo”. Il prossimo incontro tra l’assessore Merra e il commissario Musacchio è fissato per venerdì 31 maggio.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*