Fanelli: proficuo e costruttivo confronto con Organizzazioni agricole

L’assessore regionale alle Politiche agricole e forestali ha incontrato Coldiretti, Cia, Confagricoltura e Copagri. Approfondite le criticità, tra cui quelle connesse alla recente grandinata nel Metapontino

​“E’ stato un incontro proficuo e costruttivo quello svoltosi stamattina presso il Dipartimento con le organizzazioni agricole Coldiretti, Cia, Confagricoltura e Copagri, volto a migliorare le sinergie e le relazioni già esistenti; così come stamattina ho accolto con piacere la notizia dai rappresentanti di Coldiretti, in merito alla decisione di rientrare a far parte del Tavolo Verde”.

Lo comunica l’assessore alle Politiche Agricole e forestali, Francesco Fanelli, nel sottolineare che “il costante confronto e la massima disponibilità verso il mondo delle associazioni di categoria agricole sono una prerogativa fondamentale dell’attività politica e strategica”.

“Importante e propositiva – aggiunge Fanelli – è la disponibilità manifestata da parte delle Organizzazioni di contribuire a supportare le scelte regionali e del Dipartimento, rappresentando quelle che sono ad oggi le maggiori criticità e priorità. Il tutto nell’ottica dell’interesse comune, e cioè dell’agricoltura e degli agricoltori lucani, individuando come principio cardine quello della proposta e non già quello della protesta.

Impegnerò da subito il Dipartimento, i dirigenti e gli uffici preposti a verificare e riscontrare le criticità emerse durante l’incontro e me ne farò carico, aggiornando sin dal prossimo tavolo istituzionale i miei interlocutori sindacali”.

“Il confronto tenutosi ha avuto carattere pragmatico, grazie anche all’approfondimento di tematiche attualissime – evidenzia l’assessore – come quella della recente grandinata nel Metapontino, oltre a quella relativa alla sburocratizzazione dei processi amministrativi.

Di certo non tralasciando ciò che sino ad oggi reputo talune azioni positive, messe in campo dalla precedente amministrazione, il mio impegno sarà non solo proseguire le attività del “Tavolo”, che sono prassi consolidata, ma integrarlo con le importanti e ulteriori tematiche relative alla tutela dell’ambiente e alla valorizzazione del territorio”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*