A FERRANDINA I LIBRI DI GRASSO

Presentazione dei testi pubblicati dallo scrittore e giornalista lucano. Sabato 25 maggio a sala Caputi

FERRANDINA – Gli “Equilibri precari” del “Grasso che cola”. Una presentazione per due. E’ in programma sabato 25 maggio prossimo (alle ore 18) nella sala di Palazzo Caputi, in piazza Plebiscito, a Ferrandina. Poesia e ironia a braccetto nei due testi pubblicati dallo scrittore e giornalista lucano, Antonio Grasso, per i tipi della “Zaccara Editore”. Due generi evidentemente diversi fra loro (battute e aforismi da una lato, e liriche dall’altro ndr) ma accomunati da una prerogativa di fondo: la capacità di sintesi. Elemento caratterizzante dello stile metrico dell’autore. A dispetto perfino di un cognome caricaturalmente adiposo, che ne fa di Grasso uno scrittore “non convenzionale”. Giocoso e impegnato allo stesso tempo. A tutti gli effetti poliedrico. In fondo, come lui stesso ama sottolineare, “dall’ironia alla poesia stretta è la via”. Infatti, come annotava anche il poeta britannico Wyston Hugh Auden, “senza qualche sottofondo comico non si possono scrivere genuini versi seri”. Leggere per credere. L’incontro è organizzato dalla consigliera comunale Tiziana Pirretti, in collaborazione col locale Presidio del Libro, nell’ambito dell’annuale rassegna “Il Maggio dei Libri”, con l’obiettivo di dare meritato risalto al valore della lettura come elemento chiave per la crescita personale, culturale e civile dell’individuo e – di conseguenza – della società. Relaziona il prof. Saverio Ciccimarra. Modera il giornalista Giuseppe Balena. Conclude l’autore.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*