PISTICCI: GRANDE FESTA PER LA FANFARA DEI BERSAGLIERI

PISTICCI. La città vestita di tricolore  per accogliere ed onorare una delle 70 fanfare presenti in questi giorni a Matera  per il 67° Raduno Nazionale dei Bersaglieri d’Italia. Ospiti i Bersaglieri Peloritani della Sezione di  Castroreale – Barcellona Pozzo di Gotto (capogruppo il bersagliere Domenico Mirabile), che – come ha spiegato il portavoce  Tenente in Pensione Francesco Maino di Altamura – è nata dalla idea di alcuni bersaglieri congedati e in onore dello sfortunato  bersagliere barcellonese, il maggiore Giuseppe La Rosa che, l’8 giugno 2013, eroicamente immola la sua vita per salvare quella dei suoi compagni presenti con lui in  Afganistan a portare la pace e aiuti a quella popolazione devastata dalla guerra. Nel rispetto del programma, la fanfara composta da 40 componenti ( comprese diverse belle ragazze), è partita dal piazzale Giulio Cesare, attraversando  via G.Cesare, via Farini, Piazza S.Rocco e Corso Margherita nel cui ultimo tratto “al passo dei bersaglieri” ha sfilato in modo spettacolare tra due ali festanti di folla. Da Piazza Umberto poi è partito un corteo guidato dal sindaco  Viviana Verri, accompagnata dal Presidente del Consiglio Comunale Giampiero Andrulli, con la presenza del Capitano della Compagnia Carabinieri di Pisticci Massimo Cipolla, del Colonnello medico dell’ Esercito Francesco Vena, del Maresciallo Capo dell’Arma Giuseppe  La Selva, dai rappresentanti il Commissariato di Polizia di Stato, il Soprintendente Antonietta Tricarico e l’Ispettore Evaristo Ippolito, del Vigile Anziano Mimmo Malvasi, del Presidente della Pro Loco Beniamino Laurenza e Presidente Associazione Cavalieri di S.Maria del Casale Cav. Giuseppe Quinto ( che nell’agosto 2003 portò  per la prima volta i Bersaglieri a Pisticci). Il primo cittadino ha deposto una corona in onore dei caduti di tutte le guerre. Al termine della cerimonia, la fanfara, ha intonato l’inno di Mameli accompagnato dal coro di tutto il pubblico presente. In piazza Umberto I° un breve concerto prima dei saluti e ringraziamenti finali  da parte del portavoce Tenente Maino e del sindaco Verri. Un simpatico fuori programma con il ritrovamento a terra di una piuma caduta dal copricapo di un bersagliere. Tradizione vuole – come ha spiegato sempre il portavoce – che chi la trova, deve donarla ad una ragazza del posto da cui dovrà ricevere un bacio. Per l’occasione la scelta  è caduta sulla ragazza più importante della città, la nostra bella sindaca Viviana Verri che ha accettato il dono ed ha ricambiato con un bacio ( benaugurante per la città), accompagnato dalla ovazione di tutta la divertita piazza. In serata la fanfara si è trasferita a Marconia per un incontro con la cittadinanza e un concerto in piazza Elettra.

MICHELE SELVAGGI

Questo slideshow richiede JavaScript.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*