Potenza: L’arma dei carabinieri sempre piu’ coinvolta nel diffondere la cultura della legalità.

L’Arma dei Carabinieri, in questi ultimi giorni, è sempre più coinvolta nelle molteplici iniziative, incentrate sul tema “Cultura della Legalità”, tanto da partecipare attivamente a più appuntamenti promossi da diverse istituzioni, oltre ad assicurare il proprio contributo in tale contesto, promuovendo, coi propri Ufficiali, gli incontri programmati sia presso gli istituti scolastici che con visite degli studenti presso le Caserme in cui hanno sede i Reparti territoriali.

Difatti, il Comando Provinciale di Potenza, sostenuto nel senso dal Comando Legione Carabinieri “Basilicata”, ha assicurato la propria collaborazione all’evento commemorativo organizzato lo scorso sabato in Moliterno (PZ), dal titolo “Legalità e formazione dei giovani. Giuseppe Ruggiero Parisi, educatore e fondatore della Nunziatella di Napoli, la più antica scuola militare d’Europa”, svoltosi, alla presenza di numerose autorità, cittadini e studenti, per ricordare l’illustre figura dell’Ufficiale Generale nativo del luogo, che fondò il prestigioso istituto d’istruzione militare.

A seguire, nel pomeriggio della stessa giornata, in Potenza, presso il Palazzo di Giustizia, nell’ambito della manifestazione “Notte Bianca della Legalità”, organizzata dall’Associazione Nazionale Magistrati, i Carabinieri, rendendo possibile anche l’accompagnamento coi propri mezzi degli studenti di alcune scuole della regione, provenienti da Lagonegro e Melfi (PZ), hanno poi esposto strumentazioni e mezzi in dotazione, effettuando delle esercitazioni pratiche.

In particolare i controlli in materia di circolazione stradale, attraverso l’ausilio dell’apparecchio “etilometro”, in grado di rilevare e graduare l’eventuale assunzione da parte degli utenti di alcoolici, inscenando poi la simulazione di rinvenimento di un possibile ordigno esplosivo, mediante l’impiego dell’unita antiesplosivi del Nucleo Cinofili Carabinieri di Tito (PZ) e del militare artificiere antisabotaggio in forza al Nucleo Investigativo di Potenza, che ha mostrato l’utilizzo del robot appositamente dedicato alla gestione di tali particolari eventi.

I giovani intervenuti si sono mostrati pienamente coinvolti. Hanno assistito con attenzione, rivolgendo numerose domande ai rappresentanti presenti dell’Arma al fine di soddisfare le proprie curiosità.

Sebbene ci si avvii verso la conclusione dell’anno scolastico, anche nelle prossime settimane seguiranno altri incontri a cui prenderanno parte gli Ufficiali del Comando Provinciale di Potenza, al fine di fornire il proprio apporto nella formazione dei giovani, cercando di infondere in loro la legalità, lo spirito civico, l’attenzione al territorio e all’ambiente, la comune, civile e pacifica convivenza, nonché il rispetto delle regole.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*