Corpo femminile, indecorosamente disumanizzato.

Il cartellone pubblicitario affisso in questi giorni per le strade di Potenza per pubblicizzare promozioni di un negozio di abbigliamento, sfida la sensibilità dei cittadini a causa di una irrispettosa e indignante mercificazione del corpo femminile, indecorosamente disumanizzato. E’ quanto evidenzia l’avvocata Floriana Gallo, socia dell’Associazione Donne Giuriste di Potenza.

“Ancora una volta, inermi, ci interroghiamo – prosegue l’avvocata Floriana Gallo –  su come si possa diabolicamente perseverare e regredire su un tema, quello della parità di genere, sul quale tanti passi avanti sono stati compiuti grazie a campagne di sensibilizzazione, promosse dalla stessa ADGI Sezione di Potenza e dalle altre Associazioni di genere ovunque presenti e operanti, Organismi istituzionale sempre attivi e attenti all’argomento e normative specifiche da ultimo La Carta Di Venezia, che ha tracciato linee guida su quelle che dovrebbero essere le regole minime del corretto linguaggio di genere, profanato e violato da immagini e contenuti.

Per queste ragioni ogni qualvolta, ci troveremo di fronte ad episodi lesivi della dignità delle donne , come nel caso che sottoponiamo all’attenzione di tutti, non esiteremo a far sentire la nostra voce.

E’ con voce ferma e risoluta, benchè pacata- conclude l’avvocata Floriana Gallo – che l’ADGI sezione di Potenza si fa portavoce del coro unanime di tutte le donne offese da queste campagne di marketing, e chiede formalmente la rimozione del Cartellone pubblicitario, che con allusioni nemmeno velate, diffonde stereotipi della figura femminile offensivi della dignità di ogni donna”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*