Vertenza Cmd, l’azienda:  sì a stabilizzazioni con criteri oggettivi

 Si è concluso questa mattina, a seguito di un nuovo incontro che si è svolto presso la sede di Confindustria Basilicata, il confronto tra la società CMD Spa e le organizzazioni sindacali Fim-Fiom-Uilm e Cgil, relativo al tema della stabilizzazione dei lavoratori con contratti in somministrazione scaduti e/o in scadenza.

Il confronto è ripreso dagli esiti dei numerosi incontri che si sono svolti in precedenza tra le parti.

Ancora una volta l’Azienda ha espresso alta responsabilità etico-sociale, nel solco dell’indirizzo politico di Confindustria, e quindi la propria disponibilità alla positiva risoluzione della vertenza per tutti i 79 lavoratori appartenenti alle categorie di cui sopra, a prescindere dalla data di cessazione dei rispettivi contratti.

L’azienda si è detta disponibile a dare seguito a quanto prospettato, sempre nel rispetto degli obblighi di legge, contemplando, in aggiunta, anche il potenziamento dei programmi industriali attinenti il settore aereonautico per un considerevole numero di nuove assunzioni.

Tali assunzioni, sempre per volontà della CMD Spa, saranno effettuate attingendo al bacino di cui prima, in maniera privilegiata e tenendo conto di una graduatoria determinata in funzione dei seguenti criteri oggettivi: mercato/esigenze produttive, skills, anzianità, reddito Isee dei soggetti interessati.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*