Dal Senato un segnale di civiltà, approvata legge contro le mine antiuomo

Martedì in Senato abbiamo approvato misure per contrastare il finanziamento delle imprese che impiegano, producono o trasferiscono mine antipersona, munizioni e submunizioni a grappolo, introducendo azioni penali e  l’imposizione di sanzioni, anche alle società collegate ed agli intermediari di questo traffico bestiale.
Approvare questa legge è stato un momento importante perchè Nel mondo migliaia di persone muoiono o soffrono a causa degli ordigni esplosivi,  Il 90% sono civili, donne, anziani e bambini, un’emergenza umanitaria che miete ogni anno migliaia di vittime civili in tutto il mondo.
Le mine antipersona sono progettate in modo tale da esplodere alla presenza, prossimità o contatto di una persona per ferire o uccidere.
Vietare queste armi disumane è un segno di civiltà
la legge approvata introduce il divieto totale al finanziamento di società in qualsiasi forma, aventi sede in Italia o all’estero, che, direttamente o tramite società controllate o collegate, svolgano attività di costruzione, produzione, sviluppo, assemblaggio, riparazione, conservazione, impiego, utilizzo, immagazzinaggio, stoccaggio, detenzione, promozione, vendita, distribuzione, importazione, esportazione, trasferimento o trasporto delle mine antipersona, delle munizioni e submunizioni d cluster, di qualunque natura o composizione, o di parti di esse.
Inoltre viene fatto divieto di svolgere ricerca tecnologica, fabbricazione, vendita e cessione, a qualsiasi titolo, esportazione, importazione e detenzione di munizioni e submunizioni cluster, di qualunque natura o composizione, o di parti di esse.
A queste società verrà anche preclusa la partecipazione ad ogni bando o programma di finanziamento pubblico, altresì viene fatto divieto alle fondazioni e ai fondi pensione di investire il proprio patrimonio in questo genere di attività.
Abbiamo dato un segno di civiltà, per mettere un limite alle barbarie, perchè non può esserci progresso senza umanità.
Senatore Arnaldo Lomuti
Commissione Giustizia Senato
Movimento 5 Stelle

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*