BERNALDA: Approvato il nuovo Regolamento Edilizio del Comune

Approvato in Consiglio Comunale, nella seduta dello scorso 10 aprile, il nuovo Regolamento Edilizio del Comune di Bernalda, uno tra i primi comuni lucani a rinnovarlo sulla base del nuovo schema nazionale.
Il testo rielaborato dal Comune di Bernalda – approvato sulla base del Regolamento Edilizio Tipo approvato con Intesa del 20.10.2016 dalla conferenza Stato-Regioni e recepito dalla Regione Basilicata con DGR 471/2018, dopo un percorso di consultazione avviato anche grazie alla collaborazione con i 6 comuni della costa ionica – punta fortemente sui principi di decoro, di sostenibilità ambientale e di ecoefficienza energetica.
Tra le più importanti norme del testo approvato, in via esemplificativa:
– quelle che riguardano la riduzione del consumo di acqua potabile, l’obbligo per nuovi edifici con spazi verdi di installare cisterne per la raccolta di acque meteoriche ad uso irriguo, pulizia esterna o per usi tecnilogici;
– quelle che riguardano la formazione di piste ciclabili e parcheggi per biciclette quali opere di urbanizzazione primaria per le aree di nuovo impianto, nonchè l’obbligo di previsione di appositi vani o spazi per le attrezzature della raccolta differenziata, così come anche l’obbligo di prevedere unità di parcheggio con colonnine per la ricarica di veicoli elettrici per le aree destinate a parcheggi di strutture produttive, terziarie o agricole;
– quelle che riguardano i dehors per le attività autorizzate alla somministrazione di alimenti e bevande, che prevedono nei dettagli tipologie, strumentazioni, materiali e colori utilizzabili;
– quelle che riguardano gli edifici del centro storico (e di valore storico del territorio), quali ad esempio, l’obbligo di utilizzare per le murature intonacate il bianco a calce, mantenere le coperture originali in argilla cotta, nonchè l’obbligo di installare infissi esterni realizzati secondo le lavorazioni tradizionali in legno e il conseguente divieto di utilizzare altri materiali, quali anticorodal, PVC, alluminio, ecc., fatta eccezione per gli infissi in alluminio preverniciato simil-legno.
Un complesso di norme regolamentari che sul lungo periodo potrà garantire la valorizzazione delle zone storiche e il decoro di tutto il territorio, oltre al rispetto dell’ambiente, con conseguente miglioramento della qualità della vita.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*