Presidente Upi Basilicata: auguri al governatore Bardi ”Uniti per riaffermare il ruolo strategico delle Province”

Il Presidente della Provincia di Matera e Presidente dell’Upi (Unione Province d’Italia) di Basilicata, Piero Marrese, ha espresso al nuovo Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, gli auguri di buon lavoro per l’importante incarico che gli è stato attribuito dai lucani con le elezioni del 24 Marzo scorso.

“Una grande responsabilità per il futuro dei nostri territori e delle nostre comunità – ha affermato Marrese – che, per poter avere più peso, richiede uno sforzo congiunto di tutte le istituzioni”.

“In particolare – ha aggiunto Marrese – è necessario restituire alle Province condizioni di agibilità per poter svolgere al meglio le proprie funzioni strategiche: la sicurezza delle scuole, quella delle strade, le azioni a salvaguardia dell’ ambiente. Garantire scuole e strade sicure è un diritto sacrosanto dei cittadini e le istituzioni hanno il dovere di fare tutto ciò che è possibile per assicurarlo. Questi compiti sono stati svolti comunque negli ultimi anni, facendo registrare risultati significativi, mantenendo inalterate, in capo alle Province, tutte le responsabilità ma, contestualmente, sottoponendo le stesse Province a una drastica riduzione di risorse e di personale. Con i rappresentanti istituzionali che hanno operato, e continuano a operare, senza percepire alcuna indennità”.

“La speranza – ha concluso il Presidente Marrese – è che la Regione Basilicata possa condividere, con scelte tangibili, lo sforzo di rimettere le Province nelle condizioni di poter adempiere pienamente ai propri compiti. Auspico, in tal senso, di poter trovare nel Presidente Bardi e nella Regione Basilicata interlocutori attenti e preziosi alleati per questa battaglia istituzionale, nella convinzione di poter così offrire servizi più efficaci ai nostri territori e di poter meglio rispondere ai bisogni e alle aspettative delle nostre comunità”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*