Ginosa: Community Library, firmaro il disciplanare del progetto

È stato firmato nella mattinata dell’8 aprile il disciplinare del progetto “Community Library’’ di Ginosa, già selezionato dalla Regione Puglia nell’ambito di uno specifico bando e vincitore di 1.839.000 euro per la sua realizzazione.

La firma è avvenuta in occasione del Forum internazionale “LEGGERE È COMUNITÀ –Local Cultural Policies for Sustainable Social Development”, svoltosi presso il nuovo centro congressi della Fiera del Levante a Bari. Presenti l’Assessore al Centro Storico e alla Rigenerazione Urbana Emiliana Bitetti, il Consigliere con delega al Museo Civico e Beni Culturali Angelo Moro e la funzionaria responsabile del servizio della Biblioteca Civica del Comune di Ginosa Rosa Melluso.

La sottoscrizione è avvenuta alla presenza dell’Assessore Regionale all’ Industria turistica e culturale, Gestione e valorizzazione dei beni culturali Loredana Capone.

L’intervento della Regione Puglia sulle Community Library rappresenta il più importante investimento in infrastrutture culturali a livello regionale in Italia. La Regione Puglia ha investito 120 milioni di Euro per rinnovare il sistema bibliotecario locale, regionale e accademico, al fine di sviluppare un programma completo orientato a favorire l’accesso alla cultura attraverso la lettura e per contribuire all’inclusione e alla coesione sociale.

La partecipazione attiva delle Community Library è dunque fondamentale ai fini di diffondere la conoscenza del territorio regionale e in particolare dei suoi progetti culturali, presentandoli a esperti nazionali e internazionali in politiche e attività culturali.

La firma del disciplinare, in cui è stato fornito anche il cronoprogramma (circa 2 anni e 6 mesi per l’ultimazione dei lavori) pone un sigillo sul traguardo raggiunto dall’Amministrazione Comunale per la realizzazione di un grande intervento che, come ha già spiegato l’Assessore Bitetti, «cambierà completamente la percezione e fruizione del nostro centro storico».

L’ex convento di Santa Parasceve tornerà a vivere sia dal punto di vista funzionale che del restauro architettonico. Inoltre, trattandosi di un progetto già esecutivo, acquisiti i pareri, si procederà nell’immediato con la gara per l’esecuzione delle opere.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*