A Matera presentazione del cartellone degli eventi promossa dalla Consigliera regionale di Parità

Si terrà il prossimo 5 aprile alle ore 10,00 presso la Sala B del Palazzo del Consiglio Regionale in Potenza, la Conferenza stampa di presentazione del cartellone degli eventi artistici, culturali e di approfondimento selezionati e già programmati, nell’ambito della Rassegna promossa dalla Consigliera regionale di Parità, Avvocata Ivana Enrica Pipponzi, denominata:

“MATERA 2019 CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA DELLE DIFFERENZE”.

L’iniziativa si pone l’obiettivo di evidenziare il grande contributo che le donne lucane e meridionali hanno storicamente dato e danno alla strutturazione di luoghi e spazi dei loro territori e alla costruzione sociale, economica e culturale delle loro comunità, con il loro agire ed i loro saperi, nonché di sensibilizzare la diffusione del valore delle differenze, la tutela delle libertà civili, della parità e delle pari opportunità, dei diritti umani, civili, politici, sociali, culturali, economici, sanitari, ambientali e sessuali delle donne, incentivando così anche la diffusione di #RetidiParità.

Si intende, pertanto, promuovere – attraverso Matera 2019 – tutto il territorio regionale come “Capitale/Regione” della Cultura delle Differenze, creando un laboratorio permanente, ultrannuale e di respiro internazionale, di saperi che possano contribuire a formare la cultura paritaria, di genere e dell’inclusione e che facciano conoscere la creatività femminile delle donne lucane e del Mediterraneo, valorizzandone le eccellenze.

Il corposo numero di progetti pervenuti e inseriti nel cartellone, sia da parte di amministrazioni comunali, che di enti pubblici, associazioni, istituti scolastici etc., evidenzia quanto il tema della Cultura delle Differenze sia sentito e necessaria un’azione congiunta di promozione della parità e delle pari opportunità, di prevenzione e contrasto delle discriminazioni e di superamento di una visione ancora troppo stereotipata, specie nei confronti delle donne.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*