A PESCOPAGANO DOMANI IL RITO DELLA “PASSATA”

Dopo la  rievocazione storica del sacco del 1435  ad opera del condottiero Caldora, il giro per il paese del gruppo dei “Trombonieri Senatore di Cava de’ Tirreni”, e  l’ “Assalto e incendio del castello”, è tutto pronto a Pescopagano per domani, festa della Santissima Annunziata, quando andrà in scena il rito della “passata”. L’evento, patrocinato  dalla Regione Basilicata, dalla locale amministrazione e dall’Apt, si svolgerà nella suggestiva cornice nel Parco della Rimembranza. Com’è ormai consuetudine, al rintocco delle campane, i bambini del posto e dei paesi limitrofi di sesso maschile, di età compresa tra i due mesi ed  i tre anni, verranno “passati” attraverso un arco ottenuto da un ramo di rovo privato di foglie e spine. L’antico rituale di origine agraria, che si credeva potesse preservare i più piccoli dall’ernia infantile e del quale si trova testimonianza anche negli scritti di Catone, prevede che, mentre due persone mantengono divaricata l’apertura dell’arco,  quelli che vengono indicati come i “compari” ricevano dalle mani della madre il bimbo per fargli compiere tre cerchi al di sopra e dentro l’arco del rovo, secondo la valenza magica del numero dispari. Terminata la funzione i bambini vengono avvolti in una coperta e portati nella chiesa dell’Annunziata per essere rivestiti ai piedi dell’altare. Il rovo viene poi  rinchiuso e rivestito con del muschio per evitarne il disseccamento, così da tornare a germogliare in nome di una “magica” connessione tra la salute del bambino e la vitalità dell’arbusto. Quello di Pescopagano, che rievoca il momento del parto, è soltanto un aspetto di un culto ampiamente diffuso fino alla fine del secolo scorso dall’ Inghilterra alla Spagna e dal Portogallo all’Armenia, il cui  scopo era quello di proteggere il bambino dall’ernia infantile e preservane la fecondità. L’evento viene realizzato grazie al contributo del Fondo per la Coesione e lo Sviluppo.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*