Le installazioni sonore dell’Unibanda di Sfr alle Giornate di primavera del Fai

Cinque temi per descrivere il rapporto di Matera con il territorio che la circonda e i Sassi, attraverso il progetto Suoni del Futuro Remoto. E’ la declinazione che ha ispirato le installazioni sonore che i ragazzi di UniBanda Sfr, studenti della Facoltà di Architettura dell’Unibas, presenteranno sabato e domenica dalle 10,30 alle 12,30 nella sede dell’Università di Matera, nell’ambito delle Giornate di Primavera del Fai.
Acqua, vicinato, Festa della Bruna, suoni naturali sono alcuni degli elementi che caratterizzeranno le cinque installazioni realizzate dagli studenti che consentiranno un vero e proprio viaggio fra luoghi e suoni secondo la filosofia del progetto Suoni del Futuro Remoto, progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019 co-prodotto dall’Onyx Jazz club e dalla Fondazione Matera-Basilicata 209, realizzato con il fondo etico di Bcc Basilicata. Le installazioni che saranno presentate sabato e domenica si muoveranno lungo il filo ideale tracciato dal tema “Tutto ti parla” e coinvolgeranno gli studenti e le docenti, Chiara Rizzi e Silvana Khutz che coordinano l’intero progetto di Suoni del Futuro Remoto per l’Unibas.
Attraverso questa esperienza Matera e i Sassi vengono raccontati utilizzando parametri diversi che la descrivono attraverso i suoni che produce quotidianamente e che il lavoro di campionamento svolto dagli studenti ha trasformato in musica e, grazie all’apporto del musicista Joe Johnson, in partitura per un concerto che si terrà il 26 settembre con il Collettivo Onyx e la partecipazione del trombettista Paolo Fresu.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*