Il Movimento 5 Stelle è l’unica alternativa credibile per la Basilicata

Il Movimento 5 Stelle è l’unica forza politica in Basilicata che è stata capace di presentarsi ai cittadini con un programma serio, credibile e orientato al futuro. A dichiararlo è la senatrice lucana, Agnese Gallicchio la quale ritiene che per troppi anni la Basilicata è stata ai margini del Paese e del Mezzogiorno. L’unica soluzione possibile per risollevare le sorti della regione sarà, secondo la Portavoce del M5S, quella di dare fiducia ad Antonio Mattia e alla squadra che lo sta aiutando in questa difficile campagna elettorale poiché i vecchi partiti, per bloccare il cambiamento e il rinnovamento, stanno utilizzando i vecchi schemi politici basati su compromessi elettorali che, in caso di vittoria, porterebbero all’ennesima paralisi della regione con conseguenze gravissime per i cittadini. Pericolo, quest’ultimo, che si potrà scongiurare soltanto votando il Movimento5Stelle e il suo programma che prevede, tra i punti più importanti, il contrasto al clientelismo e alla corruzione che pervade  sia il settore pubblico che privato; un piano strategico per contrastare la fuga dei giovani dal territorio lucano; la promozione delle energie rinnovabili; un pieno utilizzo dei fondi europei; una riforma della governance del sistema sanitario che premi il merito; la messa in sicurezza del territorio, un Piano per il dopo Matera 2019 e un Piano regionale per l’industria culturale e dello spettacolo e , soprattutto, la creazione di 60 mila posti di lavoro in 10 anni investendo in infrastrutture, turismo e aiutando al contempo le attività produttive. Ma non solo, la senatrice del Movimento Agnese Gallicchio ritiene che per rilanciare la regione bisognerà puntare anche su idee innovative orientate al futuro che, allo stato attuale, sono solo presenti nel programma elettorale pentastellato come la creazione di un Hub di alta tecnologia digitale applicata allo slow-food e al turismo lento; la digitalizzazione del patrimonio storico, artistico, culturale; l’ammodernamento del Sistema di welfare in chiave progressista per favorire l’accesso ai diritti e alle opportunità; l’istituzione di un Centro di ricerca per le energie rinnovabili e la realizzazione di un  Marchio regionale dei prodotti agricoli e agro-alimentari. Solo in questo modo, conclude la senatrice lucana, credendo nella forza e nella vivacità politica del Movimento 5 Stelle, potremmo risollevare le sorti della nostra regione.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*