Ginosa: Presentato progetto “Over-Dis (Oltre la disabilità)’’

Sono nove le unità che saranno impiegate part-time presso gli uffici comunali e le cooperative del territorio impegnate nel sociale e nei servizi sanitari individuate nel progetto “Over-Dis (Oltre la disabilità)’’.

L’iniziativa, il cui bando è stato pubblicato a dicembre, intende promuovere condizioni di pari opportunità e di integrazione in ambito lavorativo e socio ambientale per disoccupati/inoccupati, residenti nel Comune di Ginosa, con un età compresa tra i 20 e i 35 anni, con disabilità (fisica, psichica e sensoriale) pari o superiore al 65%, attraverso la partecipazione a percorsi formativi e lavorativi.

Sono 15 le ore retribuite previste per gli ammessi, da lunedì a venerdì, che prevederanno attività lavorativa e formazione professionale per quattro mesi. Nel particolare, gli interessati presteranno servizio presso l’Ufficio Tecnico Comunale, la Biblioteca Civica, Ufficio Servizi Sociali, Centro Anziani Polivalente e Unità Trasporto ASL gestiti dalla Cooperativa ALIMA, Centro Diurno diretto da Nuova Luce e Casa Famiglia Montfort.

Nella mattinata dell’1 marzo, si è svolto un incontro con i ragazzi e le rispettive famiglie per illustrare loro le destinazioni operative. Presente l’Assessore alle Politiche Sociali e Pubblica Istruzione Romana Lippolis, la Consigliera con delega alle Pari Opportunità Angela Ciannella, la Responsabile dell’Ufficio Servizi Sociali Dott.ssa Maria Carmela Curci e la collega Dott.ssa Paola Minei.

«Dopo vari mesi di duro lavoro da parte degli uffici, finalmente parte questo ambizioso progetto – ha spiegato l’Assessore Lippolis – tutto è nato da un foglio bianco su cui io, il Sindaco Vito Parisi e la Responsabile Curci abbiamo costruito questa idea progettuale, volta a colmare un vuoto in termini di possibilità occupazionali per determinate categorie svantaggiate di Ginosa e Marina di Ginosa. Motivare, responsabilizzare e ovviamente gratificare i ragazzi attraverso una retribuzione, rappresenta la giusta chiave di inclusione sociale. Sottolineo l’importanza che rivestiranno i formatori esterni che affiancheranno i giovani almeno una volta al mese. A loro va il nostro ringraziamento, visto il loro impegno a carattere volontario.

Sono state moltissime le adesioni a “Over-Dis’’ e attualmente si sta già lavorando al secondo bando che preveda un numero maggiore di beneficiari, privilegiando i non ammessi di quest’anno. L’Amministrazione Comunale e l’Ufficio Servizi Sociali confidano nei suggerimenti e nelle eventuali nuove idee che giungeranno nel corso di questa prima edizione».

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*