Irsina, plesso della primaria intitolato ad Angelo Raffaele Dinardo

Le massime istituzioni regionali e locali hanno ricordato ad Irsina la figura dell’ex governatore della Regione Basilicata, Angelo Raffaele Dinardo, scomparso nel 2015 ma ancora nel cuore dei lucani per il suo impegno nella politica e nel sociale. L’occasione è stata data dalla decisione della locale amministrazione e della dirigenza scolastica di intitolare a Dinardo, originario proprio di Irsina, in provincia di Matera, il plesso della scuola primaria in via Martiri della Resistenza. La manifestazione si è sviluppata in due momenti: la breve cerimonia di intitolazione dell’istituto – con la partecipazione dei rappresentanti del mondo politico, religioso e scolastico, ma soprattutto dei tanti alunni che hanno intonato festanti l’Inno di Mameli – ed un convegno dal titolo “L’educatore e l’uomo delle istituzioni”, che si è tenuto a seguire nel caratteristico borgo antico di Irsina, nel Centro Arenacea in piazza San Francesco. A scoprire la targa, il sindaco di Irsina, alla presenza delle tre figlie del politico lucano. “Dinardo è stato un uomo di straordinaria cultura, umanità, sincerità, dal sorriso semplice che metteva a proprio agio”, ha detto un ex preside dell’istituto, aprendo i lavori del convegno, poco prima che la dirigente scolastica presentasse alla platea un gruppo di alunni di Irsina che ha realizzato una pagina wiki sullo scomparso Angelo Raffaele Dinardo, ripercorrendo le innovazioni educative del maestro – prima che del politico – e riportando aneddoti e curiosità, articoli e scritti “di un insegnante – hanno detto i ragazzi – che ha influito positivamente sulla formazione futura dei suoi studenti”. All’evento sono intervenuti rappresentanti della Regione Basilicata del presente e del passato, fra cui l’attuale presidente del Consiglio regionale ed i diversi consiglieri regionali della legislatura in cui Dinardo aveva ricoperto il ruolo di governatore. Importante, il contributo degli studiosi Giovanni Caserta ed Anna Maria Bianchi. “All’unanimità a febbraio del 2016 – ha detto il primo cittadino di Irsina – decidemmo, in Consiglio comunale di avviare l’iniziativa per dedicare il plesso scolastico al nostro illustre concittadino. E’ stato un percorso amministrativo lungo tre anni, ma alla fine siamo riusciti a portarlo a termine proprio il 26 febbraio, data della sua morte avvenuta nel 2015. A Dinardo abbiamo voluto intitolare una scuola primaria: uno dei luoghi che, a nostro avviso, amava di più. Oggi per Irsina è stata una giornata particolare, iniziata con la Marcia della Cultura e terminata con l’importante avvenimento di questa sera e con un messaggio alle nuove generazioni”. “Noi irsinesi – è stato detto nel corso dell’incontro – siamo orgogliosi di aver avuto un concittadino di tale rilevanza: un uomo innovativo, lungimirante, dalle grandi doti umane, professionali e politiche, che ha saputo dare un senso alla vita”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*