Elezioni provinciali: Il Sindaco di Trebisacce ringrazia l’assessore Romanelli per l’impegno

Il Sindaco di Trebisacce, Franco Mundo, nell’ottica di un’analisi finalizzata a definire i contesti politici e territoriali di una terra come l’Alto Ionio, spesso priva di una concreta rappresentanza politica nell’ambito degli Enti Sovracomunali, ha così commentato i risultati delle ultime elezioni per il Consiglio della Provincia di Cosenza.

“Il risultato conseguito dall’Avv. Roberta Romanelli, Assessore Comunale di Trebisacce, nelle recenti elezioni provinciali, può ritenersi più che soddisfacente, non solo per l’entità del risultato raggiunto, ma perché di fatto ha confermato che se il territorio si presenta unito, anche dal punto di vista elettorale, si possono raggiungere importanti risultati.

Certo rimane l’amarezza di non aver ottenuto un seggio per l’Alto Ionio. Un ulteriore piccolo sforzo da parte dei consiglieri dei Comuni più grandi, avrebbe consentito alla lista “Insieme per la Provincia” di ottenere un altro seggio e collocare in posizione utile l’Assessore Romanelli per essere eletta. Bastava solo il voto di quattro consiglieri in più! Purtroppo in politica, come in altri campi, non servono i ‘se’ e i ‘ma’, occorre concretezza e realismo. Da quando sono state istituite le province con il nuovo sistema elettorale, è la prima volta che un candidato dell’Alto Jonio supera i 2000 voti e questo conferma quanto l’Assessore Romanelli sia stata capace di coagulare intorno alla propria proposta tanti Comuni, non solo piccoli, ma con una popolazione fino a 3000 abitanti.

Roberta Romanelli, giovane candidata, espressione di vero rinnovamento, è stata votata complessivamente da 50 consiglieri, più del 30% del corpo elettorale dell’Alto Ionio, costituito però da piccoli comuni in larga parte. Basta questo dato per comprendere che con un piccolo sforzo in più sarebbe potuta essere eletta.

Certo, incomprensibilmente, rimane ancora la disponibilità dei Comuni a soddisfare le ‘incursioni’ dei candidati provenienti dal di fuori del nostro territorio, dove però non viene consentito accesso ai candidati dei territori esterni, peraltro favoriti da una legge che privilegia i consiglieri dei comuni più grandi, come si è verificato, nella recente consultazione. In tal senso, è stata senza ombra di dubbio una lotta impari. Pertanto voglio esprimere un ringraziamento all’Assessore Romanelli e a tutti coloro che l’hanno sostenuta e, nel contempo, un appello ai colleghi sindaci e consiglieri di evitare in futuro dispersione di voti e divisioni, perché così facendo si indebolisce il territorio e si rafforzano i predoni politici delle città e centri più grandi”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*