Maschito: I Carabinieri a scuola per diffondere la cultura della legalità

L’Arma dei Carabinieri, anche per l’anno scolastico in corso, sta fornendo il proprio contributo alla formazione della “cultura della legalità”, attraverso incontri didattici presso gli istituti scolastici e con visite degli studenti presso le Caserme in cui hanno sede i Reparti dell’Arma, con particolare riferimento ai Comandi di Stazione e di Compagnia presenti su tutto il territorio potentino.
In tale ottica, il Comandante della Compagnia Carabinieri di Venosa (PZ) – Capitano Alessandro Vergine – accompagnato dal Maresciallo Maggiore Antonio Bisconti, Comandante della locale Stazione Carabinieri, ha tenuto un incontro per tutte le classi della Scuola Media Inferiore “Fratelli Rosario e Luigi Giura” di Maschito, a cui hanno partecipato 50 alunni.
L’Ufficiale, alla presenza degli insegnanti e degli studenti, che hanno mostrato viva partecipazione, oltre a fare visionare un video e diapositive istituzionali, ha illustrato la struttura ed i compiti dell’Arma dei Carabinieri, partendo dal concetto di legalità, per poi trattare numerosi argomenti strettamente attinenti al mondo adolescenziale.
Sono stati trattati e commentati temi e proposti esempi che riguardano le problematiche afferenti l’uso ed abuso di sostanze stupefacenti ed alcoliche, la sicurezza stradale, il bullismo, il cyberbullismo, l’accesso ad Internet ed i rischi ad esso connessi.
I giovani, che si sono mostrati pienamente coinvolti, hanno assistito con attenzione, interagendo con domande al fine di soddisfare molte loro curiosità.
D’intesa con i dirigenti scolastici della provincia, sono in via di programmazione nelle prossime settimane analoghe iniziative, a cui parteciperanno gli Ufficiali dei Carabinieri del Comando Provinciale di Potenza, con lo scopo di fornire ulteriori testimonianze, anche di natura storica, proporre le attività d’istituto dei Reparti Speciali dell’Arma, assicurare un proprio apporto per accompagnare le attività di orientamento degli studenti verso le proprie scelte e le differenti opportunità lavorative future, cercando di infondere nei giovani la legalità ed altri principi ad essa strettamente connessi.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*