Genzano di Lucania (PZ): Sorpreso con eroina e hashish in casa. Arrestato dai Carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Genzano di Lucania, nel corso di un mirato servizio disposto su tutto il territorio del Comando Provinciale Carabinieri di Potenza, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un 35enne del luogo, con specifici precedenti di polizia, responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, del tipo eroina e hashish.

In particolare gli operanti, nel pomeriggio di ieri, coadiuvati da altri militari della Compagnia di Venosa (PZ) e del Nucleo Cinofili Carabinieri di Tito (PZ), hanno effettuato una perquisizione domiciliare a carico dell’uomo rinvenendo, all’interno della sua abitazione, grammi 6 di eroina e 2 di hashish, oltre ad uno spinello confezionato con grammi 0,5 grammi circa di hashish, due bilancini elettronici di precisione, materiale vario per confezionamento degli stupefacenti e la somma contante di euro 3.440, in banconote di vario taglio, ritenuta provento del reato.

Il soggetto è stato quindi dichiarato in stato di arresto. Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro.

Anche in questa occasione è risultato fondamentale l’apporto dell’unità cinofila antidroga dei Carabinieri, il cui cane “Neri”, un bellissimo esemplare femmina di pastore tedesco, ha subito fiutato e segnalato al militare conduttore buona parte della droga nascosta nell’appartamento.

L’operazione di servizio si riaggancia a quella condotta solo due giorni addietro in Marsicovetere, all’esito della quale un 69enne del luogo è stato tratto in arresto poiché colto in possesso di 28 grammi di cocaina. Nella stessa circostanza sono stati segnalati alla Prefettura di Potenza, quali assuntori, due giovani, di 17 e 23 anni, che detenevano per uso personale 2 grammi di hashish.

Questi risultati si collocano nell’alveo di una sempre più incisiva azione condotta dalla Benemerita per contrastare l’utilizzo e il diffondersi della sostanze stupefacenti in una realtà, quale quella lucana, laddove gli stessi esiti investigativi testimoniano un indubbio coinvolgimento, a vario titolo, di persone appartenenti a diverse fasce di età ed estrazione sociale in piccoli centri abitati.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*