PISTICCI: VENERDI 22 FEBBRAIO SUMMIT TECNICO IN COMUNE PER LA CHIESA DI SAN ROCCO

PISTICCI. Preoccupano e non poco le  peggiorate condizioni statiche della chiesa di S.Rocco. Ma bisogna intervenire. E subito. E’ delle ultime ore  la notizia della convocazione dal parte del sindaco Viviana Verri, di un summit fissato per venerdi 22 febbraio  nei locali del comune, per fare il punto sulla situazione dopo il sopralluogo effettuato per conto della Diocesi, lo scorso 29 gennaio,  per visionare lo stato dei luoghi al fine di organizzare il cantiere e quindi dare il via ai i lavori di consolidamento. Dal sopralluogo però, erano emerse importanti novità. Registrato infatti  un generale aggravamento delle condizioni statiche della struttura, in particolar modo lungo la parete a confine con Corso Margherita , ma anche sul pavimento e nella zona a tergo del presbiterio. Un quadro  fessurativo notevolmente peggiorato quindi, rispetto a quanto si era notato un paio di anni fa. Alla visita avevano partecipato l’architetto Renato D’Onofrio, progettista del restauro architettonico e DD.LL. il professore  Andrea Giannantoni, consulente specialistico dell’architetto Paolo Rocchi, progettista incaricato del consolidamento strutturale, il geometra Gianluca D’Alessandro, per la impresa incaricata e l’Ing. Giovanni Marra, tecnico della stessa. Al summit tecnico  al Comune, promosso dal sindaco Verri, dovrebbe partecipare unitamente all’Assessore comunale al ramo ing. Salvatore De Angelis, i rappresentanti l’Ufficio Tecnico Comunale ing. Rocco Di Leo, ing. Salvatore Giannace e l’ Architetto Nicola Coriglione. Per la Diocesi, oltre al Direttore dell’Ufficio Tecnico  don Michele Leone, dovrebbero essere presenti tutti i partecipanti al sopralluogo del 29 gennaio ad eccezione del professor Giannantoni impossibilitato ad essere presente, per precedenti impegni. Incontro importante quindi quello in programma, per decidere, tra l’altro, sul via ai progettati lavori di consolidamento del tempio. Questo il parere del  Direttore dell’Ufficio Tecnico Diocesano don Michele Leone, da noi sentito: “ Per il consolidamento della struttura non si può attendere ulteriormente, per cui si rende necessario dare il via ai lavori, auspicando comunque la pronta contemporanea attuazione degli interventi di prevenzione del dissesto idrogeologico di Marcoscerra”. Su questi   interventi lo stesso don Leone, nei giorni scorsi, dopo la scoperta delle criticità sulla struttura, aveva interessato il sindaco Verri per sollecitare gli enti interessati, alla urgente attuazione delle opere necessarie per salvaguardare il quartiere limitrofo alla chiesa.

MICHELE SELVAGGI

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*