Villapiana: Riparte il progetto “Perchè non ci basta restare a galla”

Dopo il successo riscosso dall’edizione dello scorso anno torna anche nel 2019 il progetto “Perché non ci basta restare a galla”, pensato per il mondo della scuola e dedicato alla disciplina del nuoto.

Ideato  e fortemente voluto dalla Delegata all’Istruzione del Comune di Villapiana Rita Portulano, sviluppato grazie alla collaborazione con la Polisportiva BSV, a cui è affidata la gestione della piscina comunale, il progetto si pone come finalità di trasmettere agli studenti dell’Istituto Comprensivo “G. Pascoli” di Villapiana, la passione per uno sport che è al tempo stesso una disciplina di vita, capace di forgiare il carattere e di contribuire con efficacia allo sviluppo psicofisico degli studenti.  Il progetto didattico si avvale della professionalità e della competenza di istruttori qualificati, messi a disposizione dalla Polisportiva, e coinvolgerà  in prima battuta gli studenti della Scuola  Media di Villapiana Paese e di Villapiana Lido e per poi proseguire, sempre in orario scolastico, con gli alunni  delle classi superiori della Scuola Primaria del Paese, del Lido, di Villapiana Scalo, e quelle di Plataci  legate all’Istituto Pascoli.

L’esperienza, che concretizza una crescita esperienziale positiva, durerà due mesi e  vedrà gli alunni, formarsi in un percorso all’insegna dello sport del nuoto,  supportati e guidati dal personale specializzato in forza presso lo staff della Polisportiva BSV.

“La progettazione di un corso di nuoto – ha sottolineato Rita Portulano, delegata all’istruzione  – è inserita in un’ottica di ‘Scuola aperta al territorio’. Rappresenta la possibilità di fornire agli alunni uno stimolo alternativo alle usuali attività sportive che si svolgono a scuola. Il nome attribuito al progetto mette in evidenza che con esso si va  ben oltre la finalità sportiva: l’ obiettivo per eccellenza è quello di sfruttare lo strumento nuoto per stimolare processi di socializzazione, di integrazione, di autostima nella formazione globale del futuro uomo e cittadino”.

Il sindaco di Villapiana, Paolo Montalti, soddisfatto della nuova fase del progetto ha dichiarato “Voglio in primo luogo ringraziare Rita Portulano, Delegata all’Istruzione, e Eduardo Lo Giudice, Amministratore Unico della BSV, per aver concretizzato questo progetto. Senza il loro spirito di collaborazione, senza la passione profusa da entrambi in questa sfida, non avremmo potuto raggiungere questo risultato che premia su tutti i giovani studenti di Villapiana regalando loro un’esperienza sportiva, formativa e di grande crescita.  Come amministrazione comunale abbiamo investito e continuiamo ad investire sui più giovani, costruendo occasioni di crescita, offrendo a quelle che saranno le generazioni di domani, in grado di scrivere i capitoli futuri della storia della nostra Villapiana, stimoli e strumenti, che spesso nello sport affondano le radicei dell’agire e le ragioni dell’essere.”

1 Trackback / Pingback

  1. Villapiana: Riparte il progetto “Perchè non ci basta restare a galla” — Radio Laser – Antonella Lallo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*