Bilancio Regione 2019 – 2021 illustrato alle Commissioni

Un bilancio piuttosto scarno, che per oggettive carenze di disponibilità finanziaria non prevede specifiche norme di spesa ma tiene conto della spesa obbligatoria e degli impegni presi con la precedente manovra finanziaria 2018/2020, e punta inoltre ad assorbire il disavanzo di 22 milioni di euro determinato dal Rendiconto finanziario 2017 (dovuto alla necessità di incrementare una serie di fondi di accantonamento), in attesa della parifica da parte della Corte dei Conti. E’, in estrema sintesi, la manovra finanziaria che il dirigente generale del Dipartimento Presidenza della Giunta Vito Marsico ha illustrato oggi nella riunione congiunta delle Commissioni permanenti presiedute da Piero Lacorazza, Giannino Romaniello, Vincenzo Robortella e Vito Giuzio.

Marsico ha ribadito l’impegno della Giunta per la risoluzione di alcune criticità, a partire da quella degli Lsu (compresi quelli degli uffici giudiziari), precisando che la Giunta sta valutando sotto il profilo tecnico la possibilità di inserire nel bilancio anche le somme rivenienti dalla ex carta carburanti per il triennio 2015/2017: le somme del 2016, pari a circa 19 milioni, potrebbero essere sboccate a breve con un provvedimento del Ministero dell’economia e sono destinate alla forestazione e allo scorrimento delle graduatorie di alcuni bandi per le attività produttive; quelle del 2015 e del 2017, stimate rispettivamente in circa 40 milioni di euro e in circa 29 milioni di euro, potranno essere utilizzate per misure di sviluppo e coesione dopo l’emanazione di un decreto interministeriale.

Marsico ha risposto anche ai quesiti posti dai consiglieri Mollica, Lacorazza, Perrino, Romaniello e Bochicchio, che hanno evidenziato le tematiche riguardanti l’emergenza che si è determinata a Pomarico, la questione dei finanziamenti previsti per l’Avis, le spese per il personale, i fondi per l’Agenzia Lab e le assunzioni nei Centri per l’impiego. In particolare Marsico ha confermato che la Giunta è impegnata a dare attuazione alle decisioni assunte dal Consiglio regionale per l’Avis, e il contributo straordinario previso non è stato ancora trasferito per ragioni tecniche. Ha inoltre detto che per quanto riguarda la frana a Pomarico la Giunta ha stanziato i primi fondi attivando contestualmente la procedura per la dichiarazione dello stato di emergenza e sta seguendo la vicenda in stretto contatto con il Comune. Sull’aumento delle spese per il personale ha pesato l’assorbimento nei ruoli regionali di personale proveniente da altri enti, e su questo problema – ha spiegato – sono in corso le valutazioni e gli approfondimenti del caso con la Corte dei Conti.

Dopo l’illustrazione di Marsico la riunione delle Commissioni è stata aggiornata alla prossima settimana. Alla riunione, oltre ai presidenti Lacorazza, Romaniello (Gm), Robortella e Giuzio (Pd), hanno partecipato i consiglieri Soranno (Pp), Galante (Ri), Pace (Gm), Bochicchio (Psi), Mollica, Perrino e Leggieri (M5s), Rosa (Lb-Fdi).

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*