CASTELLUCCIO: RACCOGLIERE ALLARME DDA SU “OCCUPAZIONE MAFIOSA DEL TERRITORIO JONICO”

L’allarme lanciato oggi dalla DDA che parla di “occupazione mafiosa del territorio jonico” richiede risposte, come quelle venute oggi, non solo da magistratura e forze dell’ordine ma anche da parte delle istituzioni democratiche e della politica. E’ il commento del consigliere regionale Paolo Castelluccio all’operazione contro clan della costa jonica lucana attraverso l’esecuzione di 21 misure cautelari, emesse dal gip di Potenza su richiesta della Procura della Repubblica della Direzione distrettuale antimafia. Le accuse – aggiunge – sono pesanti: dal racket delle estorsioni, a tentativi di omicidio, incendi dolosi ad aziende ortofrutticole, rapine e spaccio di droga, vale a dire una situazione che da sempre preoccupa cittadini ed imprenditori del Metapontino e contraddice i risultati del recente rapporto dell’Istat secondo cui la percezione della sicurezza degli italiani è migliorata rispetto agli anni passati. Stiamo parlando di percezione della sicurezza, quindi di come ci si sente, di sensazioni e, parlando di percezioni, il 33,9% dei cittadini sostiene che la zona in cui abitano è a rischio criminalità un dato riferito dall’Istat in forte aumento rispetto al 22% della precedente rilevazione. E questo a causa del fatto che quasi la metà degli italiani crede che le forze dell’ordine facciano troppo poco per controllare il territorio; lo pensa il 46,4% delle persone interpellate. Si vorrebbe che poliziotti, vigili e agenti transitassero più spesso per le strade, che fossero più numerosi e più presenti sul territorio, in particolare nelle zone a rischio e di notte. In particolare, le estorsioni – continua – sono il fenomeno criminale che continua a preoccupare maggiormente gli agricoltori e gli operatori economici del Metapontino vittime di troppi attentati rimasti sinora impuniti. Con l’operazione di oggi lo Stato dimostra la sua presenza. E’ soprattutto questo l’elemento che ci aspettavamo e che contribuisce a dare ad imprenditori, amministratori comunali e cittadini maggiore fiducia. Adesso – dice Castelluccio – dal Ministero dell’Interno ci si attende meno atti plateali e più provvedimenti efficaci come il potenziamento degli organici delle forze dell’ordine attraverso il piano di assunzioni annunciato raccogliendo la sollecitazione venuta da più parti per un rafforzamento permanente nel Metapontino delle strutture che  – conclude l’esponente politico – resta lo strumento più efficace per tenere sempre alta la guardia contro ogni forma di criminalità”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*