GINOSA: CPT, NUOVO SOPRALLUOGO PER DEFINIZIONE UFFICI

SINDACO PARISI: “ENNESIMO STEP VERSO FORMA DI ASSOCIAZIONISMO MEDICO’’

È stato effettuato il 29 gennaio un nuovo sopralluogo presso i locali della ex pretura di Ginosa in via Poggio 3, che ospiteranno il nuovo CPT (Centro Polifunzionale Territoriale). Il Sindaco di Ginosa Vito Parisi, assieme al Direttore del Distretto Socio Sanitario n.1 Dott.ssa Maria Pupino e la delegazione dei medici di Medicina Generale, hanno  visionato le stanze e le rispettive planimetrie per un’iniziale progettazione e sistemazione dei futuri uffici, nonché la definizione nel dettaglio degli aspetti logistico-organizzativi.

Un altro step per la realizzazione del CPT. Già lo scorso 24 gennaio la Dott.ssa Pupino aveva convocato tutti i medici di Medicina Generale interessati al progetto per metterli a conoscenza del recente accordo di programma stipulato tra ASL e Comune di Ginosa.

Secondo le previsioni, il Centro Polifunzionale Territoriale sarà attivo 12 ore al giorno, per cinque giorni a settimana. Tra i servizi erogabili, assistenza sanitaria obbligatoria e servizi specialistici per patologie croniche (ipertensione, diabete, BPCO, sindrome metabolica).

Inoltre, è presente un raccordo con gli specialisti e il collegamento con i centri prelievi, il punto di primo intervento gestito dal 118, i servizi del Dipartimento di Prevenzione, quelli del SERT e del Dipartimento di Salute Mentale. Saranno potenziati i percorsi di assistenza al domicilio dei pazienti cronici, anche con difficoltà motorie, e che necessitano di un alto livello assistenziale.

«Una sorta di “associazionismo medico’’ quello che andrà a crearsi, che porterà numerosi vantaggi per il cittadino, e non solo – ha dichiarato Vito Parisi – grazie all’attivazione di questa struttura, si agevolerà il contatto tra pazienti e medici, che hanno ben accolto l’iniziativa. Senza contare un governo più appropriato della domanda sanitaria, che eviterà accessi impropri al Pronto Soccorso ed eventuali ricoveri».

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*