“Storie che salvano la vita”: in Basilicata il 3 e il 4 febbraio la rassegna promossa da Altrimedia edizioni per il sociale

Storie che salvano la vita. Non è solo un modo di dire ma uno slogan che ha in sé concretezza. In occasione del 4 febbraio, Giornata mondiale contro il cancro, Altrimedia edizioni promuove la rassegna “Storie che salvano la vita”.

“Leggere può davvero salvare la vita! – afferma l’editrice Gabriella Lanzillotta – E non solo perché una buona lettura può far svoltare una giornata terribile, o perché permette di vivere tutte le vite che, per questione di tempo, morale e opportunità non si potrebbero vivere, ma perché può concretamente contribuire a salvare una, dieci, speriamo infinite vite. C’era un pensiero latente, tipico di quei folli che investono in cultura: impegnarsi di più a favore del sociale. Ecco che ha preso forma “Altrimedia Edizioni per il Sociale”, un progetto che intende sostenere concretamente realtà e iniziative  pro cause sociali. Perché la cultura non è una prova di forza o di erudizione, bensì una prova di coraggio, e noi quel coraggio lo vogliamo prendere e mettere a servizio di quanti ne hanno così tanto da non arrendersi a un verdetto, a una ingiustizia, a una sentenza… perché insieme sapremo fare la differenza che manca, speriamo, per vincere”.

Nell’ambito della rassegna, “Lei. Storie di donne da tutti i mondi possibili” – l’antologia di racconti di Monica Serra, che rientra nel progetto “Altrimedia Edizioni per il Sociale” e sostiene l’Organizzazione Susan G. Komen Italia nella lotta ai tumori del seno alla quale l’Autrice ha deciso di devolvere il ricavato del libro – sarà presentata il 3 febbraio a Sant’Arcangelo (PZ). Alle 17 nella Biblioteca comunale dopo i saluti dell’assessore alla Cultura del Comune di Sant’Arcangelo Lucia Finamore e dell’Assessore alle Politiche Sociali Berardina Mastrosimone interverranno l’autrice Monica Serra, autrice e il dirigente scolastico Michela Antonia Napolitano. Modera Gabriella Lanzillotta di Altrimedia Edizioni.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*