CANTINE APERTE A SAN MAURO FORTE

Venerdì 11 gennaio la nona edizione dell’iniziativa collaterale al Campanaccio. Cultura ed enogastronomia a braccetto nel programma dell’associazione “Ambiente e Natura”.  

SAN MAURO FORTE – Cantine aperte per il Campanaccio. Venerdì 11 gennaio prossimo a partire dalle 16,30 e fino a notte inoltrata. Promossa e organizzata dell’associazione “Ambiente e Natura” l’iniziativa, collaterale all’arcaico rituale, fa segnare la sua nona edizione. Sette, in tutto, le tappe in programma. In ogni cantina si potrà sorseggiare un vino diverso, in abbinamento al piatto tipico proposto. Per cui: 7 cantine, 7 vini, 7 piatti tipici. Prima del percorso enogastronomico, però, quello culturale. Allo scoperta di San Mauro Forte. Cultura ed enogastronomia a braccetto, come da prassi consolidata. Passeggiata per le vie del centro storico cittadino con soste davanti ai numerosi palazzi baronali con i loro pregiati portali. E poi ancora la visita guidata – per gruppi – ai diversi musei presenti lungo il percorso: da quello multimediale “In Viaggio in Basilicata” a quello della civiltà contadina fino al nuovo museo vitivinicolo, realizzato dall’associazione “Musei, Tradizioni e Territorio” e che sarà inaugurato ufficialmente il 10 gennaio. Infine, l’atteso tour eno-gastronomico delle caratteristiche cantine, in gergo definite “grott’” (locali scavati nel tufo, dove viene conservato il “nettare di Bacco” prodotto nella vendemmia ndr). E proprio qui sarà possibile degustare le delizie della tradizione locale. Dall’antipasto al dolce. Provare per credere. Fra i piatti proposti nel menù un “signor primo” come cavatelli al sugo di salsiccia fresca e “m’ddeca frètt” (mollica fritta ndr) e due succulenti secondi (porchetta con olio extravergine di oliva e insalata di rucola, patate e pomodorini e poi la “pastorale”, carne di capra bollita e aromatizzata). E per concludere vincotto, friselle al pistacchio e cestini con crema di pistacchio e granella. Il pacchetto completo (visita culturale più percorso enogastronomico) ha un costo di soli 25,00 euro a persona. Al fine di favorire una migliore organizzazione il sodalizio raccomanda di prenotare entro il 9 gennaio. Per info e prenotazioni è possibile rivolgersi ai seguenti recapiti: 3394880562 (Ottavia) oppure 3209624287 (Leonardo).

                                                                                                                               L’addetto stampa Antonio Grasso

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*