Cgil e Uil Fpl su accordo trattamento accessorio Comune Matera

“La Funzione Pubblica CGIL e la UIL FPL insieme alle Rsu hanno sottoscritto l’accordo per la ripartizione delle risorse relative al trattamento accessorio per L’ANNO 2018”. E’ quanto scritto in una nota congiunta. “L’accordo conferma l’attuale impianto relativo alle indennità fisse e ricorrenti vigente, in più destina oltre 130 mila euro per la produttività suscettibile di aumento a seguito delle economie che si renderanno disponibili a seguito dell’applicazione degli istituti contrattuali. Sono state, inoltre, recepite dall’Amministrazione comunale le richieste emerse nel corso dell’assemblea dei lavoratori ad iniziare dall’applicazione dell’istituto delle progressioni economiche (PEO) che rappresenta l’unica opportunità concreta per stabilizzare una quota di salario accessorio per tutti i dipendenti e quindi cominciare a dare una prima risposta ai lavoratori del Comune di Matera. Nella consapevolezza che il percorso è solo all’inizio, FP CGIL e UIL FPL provinciali ritengono che, con l’inizio del nuovo anno sarà finalmente possibile iniziare a discutere del nuovo contratto triennale economico-giuridico per gli anni 2018-19-20 e quindi anche di organizzazione dei servizi. Questo accordo purtroppo è stato sottoscritto, ancora una volta, in ritardo. Un ritardo imputabile solo ed esclusivamente all’ATTUALE AMMINISTRAZIONE che anche nei confronti dei propri dipendenti comunali ha dimostrato scarsa attenzione. Quindi, ancora una volta e con grande senso di responsabilità la FP CGIL e la UIL FPL e le RSU hanno sottoscritto il suddetto accordo, anche perché la non sottoscrizione avrebbe, di fatto, bloccato tutte le indennità e gli istituti contrattuali già previsti, bloccando anche le risorse per le progressioni economiche orizzontali (PEO)”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*