Musica, canto, gioia e generosità per il Concerto di Natale dell’I. C. G. Minozzi – N. Festa di Matera

E’ tutto pronto per il concerto intitolato “Natale nel mondo”, ispirato ai valori della solidarietà e dell’integrazione, che prevede l’esecuzione di nove brani musicali provenienti dalle culture di nove diversi paesi del mondo e che avrà luogo martedì 18 dicembre alle ore 18 presso l’Auditorium del “R. Gervasio” di piazza Sedile a Matera. Ad animare la serata sarà l’orchestra composta dai ragazzi delle classi ad indirizzo musicale della scuola secondaria di I grado, accompagnata dagli allievi delle classi di violino del Conservatorio “E. R. Duni” di Matera e dal coro delle classi quinte della Scuola Primaria. Il programma, che si preannuncia denso di emozioni, attraverso la musica vuole trasmettere un messaggio di pace e di speranza in occasione della festa religiosa. Gli alunni coinvolti nel progetto hanno avuto modo di sperimentare l’approccio verso la cultura musicale, che è sempre considerato un qualcosa di positivo nel processo educativo, anche se richiede grande empatia da parte dei ragazzi.

Al fine di migliorare i livelli di qualità dell’offerta formativa è importante creare un ponte didattico-culturale tra gli ordini scolastici, in questo caso tra la scuola primaria e la scuola secondaria di I grado, per motivare un interesse sempre più ampio ed una partecipazione sempre più consapevole degli allievi alle attività didattiche.

L’Istituto si fa promotore di un progetto unitario in cui, mescolando ed integrando le diverse possibilità educative ed espressive dei diversi linguaggi (musicale, teatrale, linguistico ed artistico), si possa realizzare l’acquisizione e la coordinazione delle diverse abilità e competenze (lettura musicale, abilità tecnico-strumentali, corali ed artistiche).

Il Natale che questi giovani musicisti propongono è spettacolo e gioia, ma anche tanta generosità, con il mercatino solidale che sarà aperto in piazza Sedile dalle ore 17, per fare in modo che in occasioni come queste non si perda l’abitudine di fare beneficenza e più grande sarà la raccolta, più generosa sarà la risposta di quanti si mostreranno sensibili a far sì che sia un Buon Natale per tutti.

Ogni allievo che partecipa al concerto, interpreta usanze e costumi in veste di musicista (esecuzione strumentale, corale) o indossando costumi tradizionali e porgendo gli auguri di Natale in varie lingue.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*