Ginosa, Forza Italia su approvazione bilancio

“Approvata ieri sera dalla maggioranza di 5 stelle l’ultima variazione di un bilancio che doveva “trasformare” Ginosa, così dichiaravano gli amministratori pentastellati dopo l’approvazione del bilancio.

I risultati si commentano da soli.

In particolare ieri sera la maggioranza delle 5 stelle, ha approvato una diminuzione di risorse a diversi capitoli di spesa tra cui:

“Contributo economico agli indigenti”

“Spese per la manutenzione impianti pompe di sollevamento fogna pluviale Marina di Ginosa”

“Spese per il funzionamento biblioteche”

“Spese funzionamento Museo Civico”

Minimizzato il capitolo per le Iniziative della Consulta Comunale dei Ragazzi che passa dalla “stratosferica” cifra di 500 euro a …. 50 euro.” E’ quanto si legge in una nota della sezione cittadina di Forza Italia.

“Nel frattempo, – continua la nota –  aumentano le spese per la gestione del canile di 17 mila euro e diventa 342 mila euro complessive ed aumentano le spese per il consumo di energia elettrica della Pubblica Illuminazione di 150 mila euro ( ….QUANTE VOLTE ABBIAMO DETTO DI FARE ATTENZIONE ALLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE ACCESA INUTILMENTE DI GIORNO).

Aggiungiamoci inoltre, uno spreco di risorse dei cittadini, per pagare spese legali e interessi moratori, per un decreto ingiuntivo di una ditta che dal 2017 chiedeva il pagamento di una fattura di 143 mila euro circa, per lavori di strade rurali realizzati (e già finanziati da PSR Puglia per 3 milioni di euro ottenuti dalla precedente amministrazione di Centrodestra).

Insomma tra mail non lette e proposte transattive non operate in totale assenza di atti ed azioni degli amministratori, il Collegio dei Revisori ha intimato al Comune di pagare, mentre il debito costituisce “indiscutibile danno erariale” (nella foto un estratto della relazione).”

“Tutto questo mentre assistiamo a costanti “siparietti” polemici tra Presidente del Consiglio Comunale (già 5 stelle e da ieri Gruppo Indipendente) e Sindaco, Capogruppo 5 stelle e Consiglieri 5 stelle.

Insomma – conclude – di tutto di più … tranne che affrontare le urgenti e impellenti problematiche della comunità precipitata in un buio totale ed isolata dal contesto provinciale e regionale.”

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*