Dall’Avis di Basilicata un appello alle Istituzioni

“Nelle prossime ore il Consiglio regionale si riunirà per discutere e deliberare sul disegno di legge relativo alla ‘Terza variazione di bilancio di previsione pluriennale 2018/2020’. Fra le altre cose che verranno discusse, questa associazione richiama l’attenzione sugli emendamenti al testo, proposti e approvati nella seduta del Consiglio del 10 ottobre scorso, che impegnavano la Giunta a reperire i fondi per lo sblocco dei fondi relativi al trasporto sangue ed emocomponenti e alle spese per i materiali di consumo anticipate dall’Avis regionale, l’approvazione dei progetti “Plasma” e “Qualità” che darebbero slancio appunto alla raccolta di plasma e alla continua implementazione di un sistema di qualità, a vantaggio sia del donatore che del ricevente e il ripristino dell’esenzione del ticket per chi dona periodicamente e gratuitamente il proprio sangue”. E’ il contenuto di una lettera inviata dal presidente dell’Avis regionale di Basilicata, Rocco Monetta, al presidente facente funzioni della Giunta regionale, a quello del Consiglio regionale, al presidente della IV Commissione Consiliare Permanente e a tutti i consiglieri. “Quanto elencato costituisce ‘condicio sine qua non’ per poter proseguire l’attività di interesse regionale – scrive Monetta – di rilevanza sanitaria indifferibile, che altrimenti dovrà essere sospesa per mancanza dei soldi necessari almeno per poter mettere carburante nelle autovetture a partire dal 1 dicembre. Quanto alla questione della sede amministrativa e di rappresentanza dell’Avis comunale di Potenza – conclude il presidente regionale – si confida nel prudente apprezzamento dei consiglieri al fine di risolvere nel migliore dei modi tale problematica, confidando nel fatto che i donatori, come sempre, potranno comunque continuare a donare presso l’Unità di raccolta Avis Regionale di Largo “Don Uva” e presso il Centro Trasfusionale dell’Azienda ‘San Carlo’ ”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*