Tursi, sindaco su incontro Poste Italiane e Piccoli Comuni

“Oltre tremila sindaci italiani hanno incontrato a Roma – nella suggestiva nuvola di Fuksas – i vertici dI Poste italiane lunedì 26 novembre. Tra le novità più importanti annunciate dall’amministratore delegato, Matteo Del Fante, c’è anche il rafforzamento del servizio di Poste nei Comuni turistici. Una notizia importante per i piccoli comuni della montagna”. Ne dà notizia il sindaco di Tursi, Salvatore Cosma, che era presente all’incontro, che ha apprezzato molto l’iniziativa e gli impegni assunti dai vertici di Poste e dal Governo, soprattutto nei riguardi dei piccoli comuni.
“L’incontro svoltosi a Roma nell’affascinante nuvola di Fuksas, ha permesso alle nostre piccole comunità – ha aggiunto – di essere tranquillizzati sul futuro. L’ufficio postale e tutto l’apparato che ruota intorno ad esso, rappresenta un importante istituzione presente sui nostri territori che va salvaguardato in un mondo che cambia a velocità vorticosa.
Apprezzabili tutti gli interventi anche dei massimi rappresentanti del Governo, dal Premier Conte al Ministro dell’Interno Salvini.
Nella duplice veste di Sindaco e dipendente di Poste Italiane – continua Cosma – ho potuto apprezzare in maniera convinta i dieci impegni assunti dall’Ad Del Fante. Tra questi, oltre ad un programma di servizi dedicati basato sull’importanza strategica di mantenere aperti tutti gli Uffici Postali situati nei Comuni con meno di 5.000 abitanti, sicuramente vanno apprezzati il servizio di Tesoreria in collaborazione con CDP, l’installazione di nuovi sportelli ATM, la fornitura di servizi presso la rete dei tabaccai e a domicilio tramite i portalettere nei 254 Comuni non serviti da un Ufficio Postale, nuovi investimenti per rafforzare la sicurezza dentro e fuori gli Uffici Postali, il servizio Poste WI-FI gratuito in tutti gli Uffici Postali dei piccoli Comuni, il potenziamento delle risorse degli Uffici Postali nei Comuni turistici e l’abbattimento delle barriere architettoniche negli Uffici Postali di oltre 1000 Comuni.
Mi auguro – conclude il Sindaco – che dalle parole adesso si passi ai fatti per rinsaldare un rapporto centenario tra Poste e comunità, affinché nessuno rimanga indietro o si senta escluso”.

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*