La buona Sanità che non fa notizia.  La nuova Dialisi di Tinchi compie un anno di attività

E’ passato un anno dalla sua apertura. Ci sembra giusto evidenziare che il nuovo Centro Dialisi di Tinchi offre oltre 7000 (settemila) sedute emodialitiche all’anno in un bacino di utenza che comprende Pisticci, Marconia, Craco, Bernalda, Metaponto, Ferrandina, Pomarico, Miglionico, Grottole, Montalbano, Tursi, Rotondella, Nova Siri, Policoro,  Scanzano Jonico, e sconfina nelle regioni limitrofe di Puglia e Calabria. Per la sua posizione nel cuore del Metapontino, può dare ospitalità ai dialitici di tutto il mondo che vogliono trascorrere sereni una vacanza sulla Costa Jonica, che è ad esso adiacente. Si, una vacanza per turisti che, essendo dialitici, possono trovare nel Centro di Tinchi cura e sollievo alla loro malattia. Gli spazi, le attrezzature e il servizio di assistenza in questo centro sono di assoluta efficienza e modernità. I macchinari sanitari sono prodotti dalla più recente tecnologia. Gli operatori, i medici e gli infermieri, sono perfetti sulla professionalità e nel modo di trattare i pazienti, sono attentissimi alle esigenze dei singoli emodialitici.

La Regione Basilicata, la Asm di Matera e la società Spindial di Parma, titolare del servizio, hanno profuso investimenti e competenze per la realizzazione di questo Centro, che collabora con il Centro di Nefrologia e Dialisi di Matera. La nuova Dialisi operante nell’Ospedale “Angelina Lo Dico” di Tinchi è un “gioiello sanitario” nel sud Italia o, come già si dice il “fiore all’occhiello” della Sanità lucana.

Il Comitato difesa Ospedale di Tinchi ringrazia i protagonisti di questa favolosa realtà. Il Centro Dialisi di Tinchi può ospitare altri 18 pazienti più 4 contumaciali, oltre i 42 pazienti (posti) già occupati, e le prospettive future sono strepitose. Il basso materano può essere fiero di questa presenza sanitaria. E’ il caso di applaudire la buona sanità, a fronte di tutti quelli che le sono ad essa contrari.

Comitato Difesa Ospedale di Tinchi

Commenta per primo

Commenta

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*